Menu

gol di nardi al 27’

Rigore decisivo aiuta la Pievigina Per il Musile un altro brutto stop

MUSILE DI PIAVE. Pievigina corsara sul campo del Città di Musile, ma i padroni di casa contestano il rigore che ha deciso il match a favore dei trevigiani. Adesso la classifica si complica per gli...

MUSILE DI PIAVE. Pievigina corsara sul campo del Città di Musile, ma i padroni di casa contestano il rigore che ha deciso il match a favore dei trevigiani. Adesso la classifica si complica per gli uomini di Colletto, invischiati in piena zona playout. Mentre la Pievigina rimane nella scia della capolista Real Martellago. In avvio di gara è il Musile a essere più propositivo: prima al 7’ con una conclusione alta di Moro, poi al 12’ con Orlando, che si fa anticipare in extremis su assist filtrante di Cuzzolin. Al 17’ Venturato in uscita anticipa Gerlin lanciato a rete. Ma al 22’ si fa vedere ancora il Musile: scambio Pivetta-Cuzzolin e cross per Orlando che fallisce la deviazione di testa. Alla mezz’ora, alla prima vera opportunità, la Pievigina sblocca il risultato: dal fondo è Frezza a mettere in mezzo il pallone per il rasoterra di Maccari che trafigge Venturato. Subito dopo la Pievigina ha anche l’occasione per raddoppiare, con una punizione «liftata» di Gerlin per l’inserimento in area di Gianfranco Nardi, la difesa del Musile si salva con affanno. Allo scadere, però, i padroni di casa hanno un’azione d’oro per pareggiare, ma il tiro di Cuzzolin termina di un soffio a lato. L’appuntamento con il pareggio è rimandato solo di poco. Al 2’ della ripresa ci pensa, infatti, Pivetta, che trasforma il primo dei due rigori della gara. 16’: punizione dalla trequarti destra dell’attacco della Pievigina, dalla parte opposta Da Ros fa da sponda per Bernardi che prova la conclusione sottoporta, ma il Musile si salva in corner. Le due squadre si allungano, il Musile si rende pericoloso in un paio d’occasioni. Poi, tra il 26’ e il 27’, ecco la svolta del match che regala la vittoria alla Pievigina e «gela» il Musile. Prima i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Giacchetto per proteste. Poi, un minuto dopo, l’arbitro

giudica falloso un contatto in area musilense tra Frezza e Zambon. Vibranti le proteste del Musile, secondo cui l’intervento del difensore è avvenuto sul pallone. Ma l’arbitro rimane irremovibile e Gianfranco Nardi infila il rigore che dà il successo alla Pievigina.

Giovanni Monforte

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro