Quotidiani locali

Reyer, quei «Tiri liberi» negli anni della guerra

Basket. Storie nella storia, è uscito il libro di Alessandro Tomasutti che racconta gli scudetti vinti dalla squadra granata all’inizio del ’40

VENEZIA. «Mi sono sempre stupito di quanto poco o nulla si sapesse dei maggior successi della Reyer, l’antica società sportiva fondata nel 1872 a Venezia, colti durante gli anni della Seconda guerra mondiale». È l’incipit dell’introduzione di “Tiri liberi”, con sottotitolo “Venezia, la Reyer e gli scudetti della pallacanestro, tra Guerra e Resistenza”, scritto da Alessandro Tomasutti, alla ricerca dei fatti che gravitano attorno ai due scudetti vinti dalla Reyer Venezia nel biennio 1942-1943. Una microstoria nello scenario della Seconda guerra mondiale. Alessandro Tomasutti, veneziano, 37 anni, si occupa di comunicazione e programmi europei di sviluppo, ha lavorato in ambito sportivo anche per marchi come Diadora e Invicta, ma è soprattutto un grandissimo tifoso della Reyer, “malattia” trasmessa dal papà, e da un decennio racconta in video le partite della squadra granata, prima quella femminile e, dal 2006, anche di quella maschile. “Tiri liberi” è nato in collaborazione con l’associazione culturale Costantino Reyer, guidata da David Marchiori e Sandro Beccari, riporta le testimonianze di dirette di Myriam Garbosi, Antonio Foscato e Sandro Gamba. Il libro ripercorre la storia sportiva della Reyer dal settembre 1941 al giugno 1946, inserendola nel contesto della macrostoria che vede l’Italia da poco più di un anno al fianco di Germania e Giappone per arrivare all’estate post Liberazione. Due scudetti, due lampi di luci vissuti a Venezia negli anni tetri del secondo conflitto mondiale, le storie personali dei protagonisti che si intersecano con la storia “vera”, come la fuga di Guido Garlato dal treno che lo stava portando in Germania, dove finisce invece capitan Luciano Montini, oppure Sergio Stefanini che si ritrova a Firenze ed è costretto a varcare la “linea di confine”. Sono le battaglie sportive contro Ginnastica Triestina e Mussolini Roma (beffata all’ultima giornata il 13 giugno 1942) di un gruppo guidato da Carmelo Vidal sullo scenario di due date cardine

dello storia italiana: l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945. Il libro può essere stampato gratuitamente collegandosi al sito www.costantinoreyer.blogspot.it e vuole essere “un omaggio alla “comunità” Reyer e a tutti i suoi tifosi, di ieri, di oggi e di domani”.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare