Menu

lutto nel rugby

Il San Donà piange Salmaso il talent scout dei ragazzi

«I ragazzi del 1970 piangono oggi quello che sarà per sempre il loro secondo papà». Lo racconta così, il presidente Sandro Trevisan, l'ultimo saluto dato martedì pomeriggio nella stracolma chiesa di...

«I ragazzi del 1970 piangono oggi quello che sarà per sempre il loro secondo papà». Lo racconta così, il presidente Sandro Trevisan, l'ultimo saluto dato martedì pomeriggio nella stracolma chiesa di Croce di Musile di Piave a Gianni Salmaso (in foto), figura fondamentale nella storia del rugby sandonatese, venuto a mancare all'età di 71 anni. Grazie ai suoi insegnamenti a metà tra rugby e scoutismo, intere generazioni di atleti biancocelesti si sono formate ad un rispetto assoluto e inscindibile di quei valori sportivi ed educativi che hanno reso così rugbysticamente generoso il territorio del Piave. «Gianni è stato un punto fermo per tutti noi che abbiamo vissuto il club da giocatori prima e da dirigenti poi», prosegue emozionato il presidente, «Il suo modo di educare e di allenare è stato davvero unico, un patrimonio inestimabile di cui la nostra società è e sarà sempre orgogliosamente custode». Responsabile del settore giovanile negli anni Settanta, durante i quali vince

tutto quello che c'era da vincere, dal 1978 all1981 Salmaso ha allenato anche la prima squadra centrando la promozione nell'allora seria A, prima di decidere di tornare a dedicarsi ai suoi amati giovani, cosa che ha fatto con immutata passione fino agli ultimi giorni.

Gianluca Galzerano

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro