Duecento allievi a Jesolo per la festa del calcio

Il memorial Nicolli torna da martedì nel litorale con i migliori giovani delle rappresentative venete

    JESOLO. Il memorial Nicolli ritorna a Jesolo. Dopo esser stato bocciato nel 2004 come organizzazione della classica rassegna giovanile, allora si trattava della settima edizione, il memorial ha scelto di la spiaggia più famosa del Nordest per dare la possibilità ai calciatori classe 1997, categoria allievi, di mettersi in mostra nel 16° torneo regionale.

    Abbandonata la sede “residenziale” storica di Caorle (dove il memorial ha trovato casa per più di dieci anni) e l’esperimento fallimentare dello scorso anno di aprire le porte della manifestazione anche alla categoria giovanissimi, che si svolgerà tra un mese esatto a Caorle, l’edizione jesolana ospiterà esclusivamente gli allievi di nove rappresentative venete, scelti dai settori giovanili del Venezia, San Donà, Padova, Rovigo, Bassano, Vicenza, Verona, Treviso e Belluno per un totale di quasi 200 atleti.

    Tre i triangolari che si terranno in contemporanea allo stadio di Cavallino, al Picchi di Jesolo (dove giocherà il Venezia) e allo Zanutto di San Donà. Si inizia martedì alle 16 con Treviso-Belluno (riposa il Vicenza), Bassano-Venezia (riposa il Verona), Padova-Rovigo (riposa il San Donà). Le altre tre gare sono in programma il primo maggio. L’obiettivo è centrare i primi due posti nella classifica unica che consentirà alle due squadre di disputare la finale prevista per giovedì 16 maggio alle 19.30 a Tezze sul Brenta, città natale di Nicolli, figura storica del mondo veneto del pallone. Ha stonato un po’, nel corso della conferenza stampa tenuta in municipio a Jesolo, il battibecco avuto tra il presidente della Figc Veneto Giuseppe Ruzza e “il rosso” Luigino Biancotto del Calcio San Donà a proposito del calendario delle partite. «Sono davvero infastidito dall’osservazione fatta da Biancotto», dice senza tanti giri di parole Ruzza, «evidentemente lo spirito del memorial non è stato capito, noi puntiamo a salvaguardare le delegazioni più piccole a cospetto delle più grandi». «Siamo stati delusi dall’atteggiamento troppo “birichino” della categoria juniores nell’edizione del 2011 del torneo tenutasi a Rosolina», continua Ruzza, «puntiamo molto sugli allievi che possono essere propedeutici alla formazione delle rappresentative regionali». L’albo d’oro del torneo parla chiaro, la squadra regina è il Treviso con sette vittorie, Venezia vittorioso nel 1999 e nel 2010, miglior piazzamento per il San Donà è il secondo posto nel 2006, sconfitto in finale dal Verona e nel 2009 dal Vicenza.

    Thomas Maschietto

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    27 aprile 2013
    Casa di Vita

    Infuso estivo e miele “vegano”… con il tiglio!

    Altri contenuti di Sport

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ