Menu

BASKET SERIE A: domenica c’È brindisi

Diawara spinge la Reyer: «Vietato sbagliare al Taliercio»

MESTRE. Spareggio-playoff alle porte, come a fine gennaio al PalaBigi contro Reggio Emilia. Trenkwalder ed Enel sono in questa fase della stagione le due squadre che contendono alla Reyer un posto al...

MESTRE. Spareggio-playoff alle porte, come a fine gennaio al PalaBigi contro Reggio Emilia. Trenkwalder ed Enel sono in questa fase della stagione le due squadre che contendono alla Reyer un posto al sole nella post season. Tutte e tre a quota 20, dopo i risultati dell’ultimo turno, con l’Umana che ha in tasca il 2-0 con gli emiliani e domenica prova a fare altrettanto con i pugliesi. Puntando sulla vena di Yakhouba Diawara, il grande ex protagonista già all’andata al PalaPentassuglia (26 punti e 11 rimbalzi) nel blitz di mezzogiorno (82-63) del quintetto di Andrea Mazzon. L’ala francese è stato il più continuo tra i granata nel girone di ritorno, viaggiando a quasi 22 punti di media (29 contro Cantù, 20 a Sassari, 19 a Reggio Emilia e con Pesaro). «Non facciamo riferimento alla gara d’andata, quella è già archiviata», osserva il nazionale transalpino, «domenica si riparte da 0-0 e zero e la posta in palio è molto alta. Servirà una prestazione più continua rispetto a quella offerta a Sassari, non offrire il fianco agli avversari come fatto nel terzo quarto al PalaSerradimigni. Con l’Enel dobbiamo giocare bene, è l’unico modo per battere la squadra di Bucchi. In casa nostra non possiamo permetterci passi falsi». Anche a Sassari Kuba Diawara ha cercato di trascinare i compagni, ha trovato negli ultimi mesi quella continuità con cui deve sempre fare i conti, a fronte di una classe cristallina. «Io gioco per la squadra, per far vincere la Reyer». Nella prima parte della stagione Diawara giostrava soprattutto lungo il perimetro, dopo la partenza di Williams anche per lui i movimenti sono cambiati. «Sotto canestro posso far valere qualche centimetro in più sull’avversario che mi controlla, e anche qualche chilo in più». Oltre all’esplosività che in pochi possiedono. Fondamentali, infatti, i rimbalzi offensivi catturati contro Pesaro. «C’è sempre da lottare, il campionato italiano è difficile perché nessun avversario può essere sottovalutato».

Itinerante. Dopo Spinea,

il Lido di Jesolo. Secondo appuntamento per gli allenamenti itineranti della Reyer che mercoledì prossimo sarà di scena sul parquet della palestra “Cornaro” di Jesolo Lido (dalle 17 alle 19, ingresso libero). (m.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro