Reyer, il capitano attende la chiamata per il contratto

Causin: «Vorrei chiudere la carriera in maglia granata Ma non so se rientro ancora nei piani della società»

    MESTRE. Il Capitano aspetta una chiamata dalla Reyer, ma da domenica primo luglio è un giocatore “libero”. Contratto scaduto per Alberto Causin, contratto senza opzioni al contrario di qualche suo compagno. Ci sarà ancora spazio per l’ala di Spinea, cinque stagioni in granata, unico protagonista sopravvissuto dell’era-Brugnaro con il doppio salto dalla B d’Eccellenza alla serie A? «Tutti sanno che vorrei chiudere la carriera con la maglia della Reyer», ha osservato Alberto Causin, «è il mio desiderio primario, ma so anche che potrei non rientrare più nei disegni della società granata. Mi dispiacerebbe tantissimo, anche se a malincuore, dovrei accettare la decisione della Reyer. Sono in questo mondo da tanti anni, so che può accadere anche questo. Sto vivendo una situazione particolare, solo dopo il primo anno di LegaDue mi sono ritrovato senza contratto, pochi giorni dopo la scadenza arrivò però il rinnovo». Qualche telefonata da fuori Venezia è già arrivata. «Solo per sondare il terreno sulla mia posizione, sia dalla LegaDue sia dalla Divisione Nazionale A». Intanto, Alberto Causin sta studiando, la scadenza prossima non sarà sul parquet. «Il 9 luglio ho il test d’ammissione a Perugia per il corso di masso-fisioterapista che sto seguendo da 3 anni, spero di passare e il 13 poter discutere la tesi. Non ho però alcuna intenzione di smettere, sto bene e 2-3 stagioni a buoni livelli posso ancora garantirle». I regolamenti della prossima stagione impongono la presenza di 5 italiani a referto, due caselle sono già occupate da Fantoni e Rosselli, giocatori dei quali Mazzon non si priverà, la terza casella dovrebbe essere occupata da Magro, il venticinquenne pivot padovano entrato nel giro della Nazionale in costante crescita. Restano due caselle da colmare, in stand-by rimane anche Meini, la cui permanenza alla Reyer sembra essere legata all’arrivo o meno di Zoroski, mentre le porte granata sembrano chiuse per Allegretti, Tomassini, Bryan e Slay, attualmente in America dove star per nascere il secondogenito e sul quale ha messo gli occhi la Virtus Bologna. Il 30 giugno è scaduto anche il contratto di Andrea Mazzon, pochi dubbi sulla permanenza del coach mestrino. La Reyer segue con interesse, insieme a Cantù e Varese, le mosse di Pietro Aradori (Siena), ma anche Datome (Roma) e Mancinelli (Milano) sono sul mercato. Intanto il pivot passa portato David Chiotti ha firmato per Milano.

    Michele Contessa

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    03 luglio 2012
    Casa di Vita

    Chips e polvere di peperone

    Altri contenuti di Sport

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ