Menu

PORTO
Viviani: "Sarà una stagione di sofferenza"

Il nuovo tecnico è comunque ottimista: "Cresceremo in fretta"

PORTOGRUARO. Fabio Viviani dopo l’esperienza dell’ultima stagione a San Bonifacio, era fermo ai box. «C’era già stato un contatto con il Portosummaga un mese fa ma poi non avevamo concretizzato. Sabato sera sono stato contattato e ci siamo accordati».

Lei e il suo staff quando raggiungerete Sappada? «Mi auguro di arrivare in tempo per l’allenamento pomeridiano di lunedì. Saranno con me Brivio e Perazzolo, mentre Praticò ci raggiungerà martedì, poiché si trova dai familiari in Calabria». In poche settimane se ne sono andati due staff e due direttori sportivi per motivi diversi: non teme di trovare troppi ostacoli sulla sua strada? «Sono al corrente di tutto, ma non scapperò - sorride bonariamente Viviani - prenderò in mano un gruppo che parte dall’eredità di un campionato vinto. Si tratta di dare una lucidata all’entusiasmo del risultato e lavorare tanto».

Eppure a Sappada c’è un gruppo risicato, senza difensori e con Scozzarella, Mattielig e Puccio fermi: «Intanto mi presenterò a quelli che ci sono e inizieremo ad allenarci. Poi verificherò la stato di salute di ogni giocatore, compresi coloro che stanno uscendo da infortuni. Poi trarrò delle conclusioni precise, senza lasciarmi andare allo sconforto». Da qualunque parti la si guardi, alla squadra mancano molti elementi per formare un gruppo da serie B: «Ho colto questa preoccupazione della ritardata campagna acquisti: dobbiamo liberarci dal panico e considerare l’eccezionalità del momento. Ci sono un sacco di giocatori disoccupati, da qualche parte dovranno pur accasarsi, almeno una parte di loro».

Ma un gruppo non si costruisce in ritiro? «E’ vero, sarebbe meglio essere già tutti assieme, ma le possibilità di integrare nuovi elementi sono aperte fino al 31 di agosto. Anche se arriveranno giocatori in ritardo
ci arrangeremo». Insomma, lei ritiene ci sia spazio per plasmare un Porto da serie B? «Sì, pur tra tante difficoltà, che andranno affrontate e risolte una alla volta. Lo sappiamo bene che sarà una stagione di sofferenza ma questo non significa che partiremo già retrocessi». (g.ros.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro