Quotidiani locali

Sei grillini pronti alla conquista di Roma

Gli aspiranti parlamentari tra conferme e volti nuovi. Tra i supplenti c’è una candidata a sua insaputa

VENEZIA. Quattro candidati veneziani pentastellati alla Camera, due al Senato. Venezia pigliatutto alle Parlamentarie del Movimento 5 Stelle. I risultati sono stati pubblicati ieri sera sul blog di Beppe Grillo e rappresentano la consacrazione della passata amministrazione comunale di Mira. Alvise Maniero, sindaco fino allo scorso anno, è stato il candidato più votato nel collegio Veneto 1-01 per la Camera ed è quindi capolista. Il suo ex assessore Orietta Vanin, che nell’amministrazione Maniero aveva seguito le politiche educative e giovanili, ha fatto invece incetta di preferenze sulla piattaforma Rousseau per il Senato, nel collegio Veneto 01, e sarà quindi capolista. Incredulo del risultato Maniero: «Sono davvero il primo della lista?», chiedeva senza parole ieri in tarda serata appena scaricati i risultati dal sito del blog pentastellato.

Confermati per la Camera i parlamentari uscenti Arianna Spessotto ed Emanuele Cozzolino. «È la prova che i cittadini che ci hanno eletti come loro portavoce nella scorsa tornata elettorale hanno apprezzato il nostro lavoro e vogliono che si continui su questa linea», dice la deputata sandonatese, «Sfruttiamo l’esperienza di questi anni nei quali ci siamo fatti le ossa e abbiamo costruito la vera identità del Movimento. Ora puntiamo ad andare al Governo: noi siamo l’unico spiraglio». Spessotto doveva partecipare alla tre giorni di Pescara del Movimento 5 Stelle ed era pure previsto un suo intervento ieri verso l’ora di pranzo. Ma la parlamentare del Veneto Orientale è rimasta bloccata a casa dall’influenza. Completa il collegio Veneto 1-01 per la Camera Michela Da Rold, bellunese trapiantata in laguna dove è la coordinatrice del gruppo di lavoro del Movimento 5 Stelle veneziano che si occupa di turismo e commercio. Tra i membri supplenti, che dovrebbero subentrare qualora qualcuno dei titolari dovesse ritirarsi, ci sono il medico veneziano Francesco Filippone, Noemi Rigon di Santa Maria di Sala, Andrea Barbon, ricercatore di Quarto d’Altino e Fiorella Moro, mamma della consigliera regionale M5S di Chioggia Erika Baldin. Una candidatura, quella di Moro, a insaputa della stessa candidata. A poco sono valsi gli appelli della Baldin sul fatto che la madre non fosse in corsa per le Parlamentarie e i tentativi di spiegare che si trattasse di un errore del sistema o forse della stessa signora al momento dell’iscrizione. Il nome di Moro figura al quarto posto dei membri supplenti del collegio. «È matematicamente impossibile che si trovi a sostituire qualcuno», chiarisce la consigliera regionale, «Sono contenta soprattutto per Maniero, questa candidatura è il risultato del buon lavoro fatto come sindaco di Mira».

Al Senato, oltre alla mirese Orietta Vanin, è in lizza Antonio Candiello, attivista

contro il rischio chimico a Marghera e molto noto in particolare per il suo impegno in materia di ambiente. Due veneziani tra i candidati supplenti: si tratta di Laura Caruso, ginecologa di Mestre, e Luca Culos, impiegato di Portogruaro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori