Quotidiani locali

Campane a festa a Canale e ad Agordo

Il vescovo mons. Marangoni scrive ai sacerdoti: «Non avevamo dubbi sulla bellezza della sua vita»

CANALE D’AGORDO. Campane a festa, per una decina di minuti, poco dopo le 10. Così a Canale d’Agordo, così pure ad Agordo. Non appena da Roma è arrivata la conferma che Papa Francesco aveva firmato il decreto del riconoscimento delle virtù eroiche di Giovanni Paolo I è esplosa l’euforia e il vescovo Marangoni ha subito scritto ai sacerdoti della diocesi perché partecipino numerosi alla celebrazione del patrono San Martino, sotto il segno di Luciani.

Don Mariano Baldovin, parroco di Canale, dopo aver ordinato lo scampanio, si è trovato in piazza con Loris Serafini, direttore del Museo e il personale, complimentandosi a vicenda e concedendosi perfino una puntatina al bar. Non è mancata una preghiera, ovviamente, davanti alla statua di “don Albino” in chiesa.

Rintocchi fuori dall’ordinario. anche ad Agordo. L’arcidiacono mons. Lise è stato raggiunto da una telefonata della vicepostulatrice Falasca, che gli aveva raccontato di una recentissima telefonata di Papa Francesco per confermarle la firma. «La soddisfazione è unica, perché questo momento l’ho atteso fin dal 2003», ha confidato Lise, che l’allora vescovo Savio volle come vicepostulatore della causa.

Giustificata e commossa euforia anche in vescovado a Belluno. Oggi mons. Renato Marangoni ne spiegherà i contenuti ai giornalisti. Intanto ieri i suoi preti hanno ricevuto una mail piena di affetto per Luciani. «Non avevamo dubbi circa la bellezza e la bontà della vita di Albino Luciani, tra le inevitabili situazioni difficili che egli ha attraversato. Egli ha vissuto tra le nostre montagne e le nostre valli, nelle nostre terre venete, con la nostra gente. Ha abitato, onorato, servito questa “casa comune”», si ha modo di leggere. «Ora gioiamo per queste semplici e profonde verità della sua e nostra storia».

Questa gioia – conclude Marangoni - è anche un canto di gratitudine a Dio che con paterna e materna vicinanza sta donando a tutti
noi, nella testimonianza di vita di Luciani, un forte incoraggiamento, in particolare alle giovani generazioni e a chi ha motivi per guardare al futuro con trepidazione. A Belluno sarà presente, per San Martino, il postulatore della causa, il cardinale Beniamino Stella.(f.d.m.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista