Quotidiani locali

Veneto, una terra vocata ai vini da riassaggiare

La nuova guida dell'Espresso e le eccellenze del territorio, bene ma non benissimo sul rapporto qualità-prezzo

Cento vini da bere appena acquistati, godendo sorso dopo sorso. Altri cento da comprare tenendo d'occhio qualità/prezzo. Ed altrettanti da conservare come tesori, per stapparli al massimo della potenzialità.

Confermando la rivoluzione adottata nell'edizione 2017, La guida I Vini d'Italia 2018 de L'Espresso, in edicola e libreria dal 13 13 ottobre, suddivide l'Italia da bere in tre classifiche empiriche, e non più pagelle. Un diverso approccio che punta ad educare il gusto e la cultura degli appassionati.

La strada percorsa dal direttore Enzo Vizzari e dai curatori Andrea Grignaffini e Antonio Paolini è di contraddistinguere la guida come l'unica italiana completamente orientata al consumatore.

Alle tre categorie di consumo, che presentano i migliori 100 campioni selezionati dagli assaggiatori tra migliaia di bottiglie, nell'edizione 2018 spunta la novità della quarta sezione: Riassaggiare, 100 vini da riscoprire nella loro piena maturità (i rossi toscani e piemontesi dettano legge), scelti in un quarto di secolo della produzione italiana, dal 1985 fini ai primissimi anni del decennio in corso.

Oltre questi "raggruppamenti", l'Italia enologica viene raccontata tramite i migliori vini delle maggiori denominazioni (da 3 a 25 etichette) regione per regione, più la graduatoria degli IGT meritevoli di menzione, le schede sulle aziende di punta, il prezzo medio a scaffale, le istruzioni per l'uso e il glossario.

Tramite lo strumento analitico delle classifiche, avvertono i curatori, chi consulta la guida potrà farsi un'idea dello stato dell'arte del vino in Italia in base al proprio profilo.

Chi punta alla bevibilità di un buon calice, troverà perciò i cento vini da stappare subito: primi classificati il Ferrari Perlé Bianco Brut Riserva 2007 (1°), Le Caniette Cinabro 2013 (2°) e il San Guido Sassicaia 2014 (3°). Quindi Trentino, Marche e Toscana.

Per trovare la prima produzione veneta in questa classifica si scende al 17° posto del Soave Classico Calvarino 2015 Pieropan Leonildo, supremazia veronese in regione confermata dal Valpolicella Classico Superiore Camporenzo 2014 Monte dall'Ora (74°), da un Recioto Soave e da un Valpolicella Ripasso.

Tra i cento vini da comprare per il miglior rapporto qualità/prezzo (al top il Barolo Vigna Lazzairasco 2013 Guido Porro, seguito dall'Aglianico 2013 Sarrapocchiello e dal Franciacorta Extra Brut Francesco I Uberti), prevalgono produzioni del Piemonte, Sud e Centro Italia, mentre il miglior veneto - Amarone della Valpolicella Classico 2013 Degani – lo si incontra solo al 41°posto.

Il collezionista che ama nobili bottiglie da invecchiare troverà le giuste indicazioni nei 100 vini da conservare. Qui la miglior performance veneta spetta al sesto posto di Romano Dal Forno e del suo Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 2011 (260 euro). Sono 16 le principali denominazioni che descrivono il Veneto enologico, ma non è compresa – in attesa di sviluppi futuri - la neonata Doc delle Venezie, che tutela il Pinot Grigio del Triveneto.

I curatori della guida promuovono nel complesso l'annata 2016, ottima in tutta la regione, anche per l'aumento degli ettari vitati (oltre 85 mila) e i 10 milioni di ettolitri prodotti.

Numeri che consolidano la leadership veneta a livello nazionale, trainata dal Prosecco, dall'area storica Docg Conegliano Valdobbiadene alla sterminata Prosecco Doc, e pur compresa la piccola Asolo/Montello.

Ottimi i risultati qualitativi dei bianchi Soave e Gambellara, mentre è più complessa la situazione dell'area Verona dei rossi Valpolicella e Ripasso. I primi assaggi dell'Amarone 2013 hanno soddisfatto il panel dell'Espresso, che lo pone al pari delle altre bandiere "rosse" italiane toscane e piemontesi.

I vini vulcanici dei Colli Euganei, Lago di Garda, Bardolino, Chiaretto, Custoza, le produzioni vicentine, Breganze, la Doc Colli Berici, il Tai Rosso e il Merlot completano la panoramica veneta.

I Vini d'Italia 2018
432 pagine, 18,00 euro
7,99 euro versione digitale

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics