Quotidiani locali

La contromossa del Trentino: «Fate bene Più autonomia alle Regioni virtuose»

Il Consiglio provinciale di Trento ha approvato ieri (29 voti) una mozione proposta dal consigliere di opposizione Maurizio Fugatti (Lega Nord) e riscritta d'intesa con il governatore, Ugo Rossi, sui...

Il Consiglio provinciale di Trento ha approvato ieri (29 voti) una mozione proposta dal consigliere di opposizione Maurizio Fugatti (Lega Nord) e riscritta d'intesa con il governatore, Ugo Rossi, sui referendum del 22 ottobre promossi da Lombardia e Veneto sull'autonomia. La mozione, intitolata “Sostegno alla Regioni Veneto e Lombardia nel percorso referendario per il riconoscimento di forme e condizioni particolari di autonomia”, impegna la Giunta a «favorire il dibattito nelle opportune sedi istituzionali sulle prospettive di sviluppo del sistema regionale italiano e sul rapporto Stato-Regioni, riflettendo anche sulle modalità attraverso le quali migliorare l'attuazione sistemativa del Titolo V e incentivare l'attivazione dell'articolo 116, comma 3 della Costituzione e promuovendo e sostenendo, anche sulla base dell'esperienza del Trentino Alto Adige le buone ragioni del regionalismo autonomistico delle Regioni virtuose».

D’ALEMA A MESTRE. Un no netto alla consultazione del 22 ottobre arriva da Massimo
D'Alema che, a Mestre, bolla la consultazione come «dispendiosa e inutile».


GESUITI. E non a favore del Sì appare la posizione della Chiesa. I Gesuiti, nella rivista Aggiornamenti Sociali, sottolineano l'indeterminatezza del quesito e, di fatto, la sua inutilità».

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics