Quotidiani locali

VENETO ORIENTALE

Arriva Bramezza, già dirigente di case di riposo a Treviso

Carlo Bramezza, 45 anni, è il nuovo direttore generale dell'Asl 10 del Veneto Orientale. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, lo ha nominato ieri. Il dottor Paolo Stocco, attuale direttore generale...

Carlo Bramezza, 45 anni, è il nuovo direttore generale dell'Asl 10 del Veneto Orientale. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, lo ha nominato ieri. Il dottor Paolo Stocco, attuale direttore generale fino al nuovo insediamento, farà dunque le valigie per lasciare gli uffici di piazza De Gasperi, dopo il suo mandato di 5 anni: era arrivato nel 2008 da Venezia e di recente aveva già ritirato la candidatura per motivi personali.

Bramezza, nato a Treviso, è laureato in giurisprudenza a Bologna, proviene da un'esperienza di dirigenza di diverse case di riposo nel Trevigiano, con svariati incarichi. Ha iniziato la sua esperienza lavorativa presso lo studio del notaio Ferretto, a Treviso, subito dopo la laurea e prima di iniziare a dirigere i vari istituti per anziani. Viene indicato da alcuni in "quota Lega", ma altri lo avvicinano a esponenti del Pdl regionale. Di lui, in verità, si sa poco, anche perché persona piuttosto riservata.

Il veneziano Stocco, più anziano di dieci anni, psicologo conosciuto nel Veneziano, lascia un'azienda pronta a crescere ulteriormente, come lui stesso ha indicato. «Auguro un buon lavoro al mio successore», ha commentato serenamente ieri il dottor Stocco, «al quale lascio un’Asl sicuramente migliore di quando sono arrivato io alla dirigenza. Abbiamo lavorato molto per ottenere risultati importanti in questi anni. Ci sono ancora notevoli margini di crescita dopo la razionalizzazione effettuata e la grande motivazione che siamo riusciti a infondere nel personale. Spero che la politica e la tecnostruttura regionale possano aiutare il nuovo direttore generale nel suo lavoro».

A San Donà, Portogruaro e Jesolo si attendeva con trepidazione la nuova nomina alla direzione generale, cui seguiranno quelle degli altri dirigenti dei vari settori. L'assessore regionale della Lega, Daniele Stival, dal Veneto Orientale, è stato tra i primi a esprimere un commento stringato sul nuovo direttore generale: «Non lo conosco», ha detto, «non so se sia in quota Lega o Pdl, l'importante è che sia un bravo tecnico». La Lega invocava da tempo un direttore generale che

le fosse vicino, dopo gli anni del mandato di Stocco, sempre indicato vicino al Pdl, addirittura uomo di Galan. Ma Stocco è parso sempre al di sopra delle parti, un tecnico fine che ha saputo tenere i rapporti anche con i sindacati, pur tra alti e bassi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik