Menu

La Pellegrini: "Io, svenuta due volte per il mio settimo tatuaggio"

L'annuncio della campionessa

veneziana dal suo blog: "Il lavoro è durato tre ore e sono svenuta due volte". I colori scelti per il disegno sono il bianco, il rosso e il verde: quelli della bandiera italiana. E su una rosa c'è il nome indelebile di Alberto (Castagnetti, il tecnico della nazionale, scomparso a ottobre del 2009)
Per Federica Pellegrini è 'Tatoo-mania': la campionessa - dal suo blog - annuncia di essersi fatta il settimo tatuaggio, il primo a colori e di essere svenuta due volte. I colori scelti sono il bianco, il rosso e il verde quelli della bandiera italiana combinati con immagini floreali che ritraggono rose bianche e rosse, adagiate sull'acqua. Nel disegno anche una libellula, simbolo della "leggerezza dopo le crisi di panico".

"Ho tenuto nascosta una sorpresa per voi: il mio settimo tatuaggio! Ho scelto personalmente le sfumature dei tre colori e - racconta - mio fratello Alessandro, quando mi ha accompagnato a farlo, mi ha fatto notare che erano proprio i tre colori della bandiera italiana. Meno male che Ale è venuto con me!".

"Il lavoro - spiega la Pellegrini - è durato tre ore e sono svenuta due volte! Cosa non si farebbe per un tatuaggio è? Chi ha questa passione mi capisce. Vi spiego il significato. Da profonda amante dei fiori ho voluto le rose: una bianca simbolo di purezza e amore incondizionato; le altre rosse, come la passione per la vita e per le cose che faccio. Su una c'è il nome indelebile di Alberto (Castagnetti, il tecnico della nazionale, scomparso a ottobre del 2009, ndr). Sotto le rose ho voluto delle onde, perchè l'acqua è la mia essenza stessa. Infine una libellula, la leggerezza dopo le crisi di panico. Un'immagine precisa nei miei occhi ai Giochi del Mediterraneo a Pescara, lo scorso giugno: sto entrando in vasca per i "maledetti" 400 stile libero e me la vedo volteggiare davanti agli occhi. Rossa. Affascinante. Mi è sembrato un segno del destino. E infatti era proprio così".

La nuotatrice si è fatta fare il tatuaggio da Lorenzo Nepitello, 41 anni, noto tatuatore di Jesolo che proprio ieri è stato vittima di un incidente stradale sulla A4: Nepitello è rimasto ferito, mentre la compagna, Lina Maria Zuluaga, colombiana di 37 anni, madre di due bimbe,
ha perso la vita. La tragedia è avvenuta fra i caselli di Padova Ovest e Grisignano in direzione Milano.  LEGGI A4, muore mamma di 37 anni

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro