Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 25 aprile 2018

Le gemelline di 4 anni di Tarcento scappate da casa ritrovate nella notte; l'uomo che trasportava armi da guerra fermato a Gradisca d'Isonzo; il precario di Livorno pronto ad offrire il primo mese di stipendio a chi gli trova un lavoro. Le storie di oggi dai giornali del Gruppo Gedi

Ritrovate le gemelle di quattro anni scomparse a Tarcento
Si erano allontanate assieme a due cani mentre la madre preparava la cena. Oltre 200 persone hanno partecipato alla battuta di ricerca durata fino a oltre l'una di notte delle due gemelline scomparse da casa a 4 anni. Erano a tre chilometri da casa, sedute in un boschetto. I soccorritori: "Avevano freddo e fame, ma stavano bene. Con loro il cane Margot che non le ha mai lasciate sole" (Il Messaggero Veneto)

Con le armi da guerra in autostrada
Gorizia, Venezia, Genova, Ventimiglia, Montecarlo, Marsiglia, Barcellona. Il tragitto era scritto con una biro nera sul retro di uno scontrino emesso da un ristorante di Lubiana. Barcellona sarebbe dovuta essere la destinazione finale di un autentico arsenale di armi da guerra, custodito nel bagagliaio di una comunissima Peugeot 206. Ma kalashnikov, fucili, pistole e munizioni sono state intercettate a Gradisca d'Isonzo e il trasportatore arrestato.A finire in manette un bosniaco, C.J. le sue iniziali, 52 anni, incensurato almeno per ciò che riguarda il territorio italiano, proveniente dalla Slovenia alla guida di un'utilitaria con targa svizzera presa a noleggio. (Il Piccolo)

Pago un mese di stipendio a chi mi dà lavoro
Livorno. È pronto a offrire il primo mese di stipendio a chiunque gli permetterà di trovare un lavoro. Un lavoro vero, con un contratto a tempo indeterminato, dopo quasi vent'anni da precario. L’appello di Daniele Stiaffini, 43enne di Livorno, è anche una denuncia: dopo 15 anni come commesso di gioielleria, con licenziamenti e riassunzioni continue, nel 2013 ha perso il lavoro. (Il Tirreno)

Addio al ragazzo farfalla
Mantova. Ha sempre lottato con la forza e il coraggio di un guerriero d’altri tempi. Ma alla fine la fragile armatura ha ceduto. E il suo sorriso, con il quale riusciva a disarmare tutti, si è spento. E' morto Riccardo Visioli, il “ragazzo farfalla” di 20 anni di Vicomoscano di Casalmaggiore nato con due gravi malattie genetiche.  (Gazzetta di Mantova)

Morto bimbo di 4 anni soffocato da un giocattolo
Carpi. Era in un parco, è stato soffocato da un pupazzetto. Non aveva mai ripreso conoscenza. La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi. Sono ancora da chiarire le cause di quello che è successo: sulla vicenda hanno avviato accertamenti i carabinieri. (Gazzetta di Modena)

Vita complicata da maxi-famiglia: figli numerose e case strette
Hanno fino a nove o dieci figli, devono sincronizzare ogni giorno orari e gusti alimentari, e in queste ore molti di loro sono alle prese con un complesso “cambio degli armadi”. Sono le famiglie extra-large, quelle dai sei componenti in su, che a Trieste, grazie a una rete attiva e solidale, si sentono meno “strane”. (Il Piccolo)

Arrestato per un pugno mortale
Correggio. L’indagine dei carabinieri sull’aggressione avvenuta in settembre sotto i portici di Correggio è arrivata a una svolta: Sebastiano Mirabito è stato arrestato ai domiciliari una volta accertato che la morte di Youness El Idrissi è dipesa, alcune ore dopo il fatto, dalle conseguenze del pugno ricevuto da lui. (Gazzetta di Reggio)

Nasce a Longarone la fabbrica del lusso
Lvmh e Marcolin hanno inaugurato la manifattura Thelios, costruita  in un anno. Produrrà un milione e mezzo di pezzi con 250 addetti nel mondo (Corriere delle Alpi)

Mollano tutto per girare il mondo senza aerei
“Siamo Alex e Sandra, due sognatori che hanno mollato tutto per inseguire un sogno: il giro del mondo senza aerei. Avevamo un lavoro, un’auto, una casa, un cagnolino e tanti amici. Stanchi della routine che ci aveva intrappolati, nove mesi fa abbiamo deciso di cambiare la nostra vita...” Alex

Domenicali 34 anni di Copparo e Sandra Chiavetta 29 anni di Lugo sono partiti il 18 marzo da Bologna in autobus, alla volta della Spagna. È iniziata così la loro avventura fatta di coraggio, determinazione, voglia di stare insieme e di provare a capire se tutto può cambiare.(La Nuova Ferrara)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori