Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 9 febbraio 2018

Dalla "Venezia stereotipata" dell'ultimo film di Clint Eastwood bocciato dai veneziani ai vermi nel piatto dei bambini in una scuola della Versilia fino alla lettera della Regina d'Inghilterra ricevuta da un bambino del mantovano. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

Dipendenze in Fvg: un morto al giorno per colpa dell'alcol
Udine. In Friuli Venezia Giulia più di una persona al giorno muore a causa dell’alcol. L’indagine-choc ha messo in luce l’impatto dei problemi alcol correlati sia in termini di mortalità sia di costi sull’intero sistema sanitario. In tredici anni sono state registrate 5.418 morti per gli effetti dovuti all’abuso di sostanze alcoliche, pari a 416 all’anno, più di una al giorno. L’impatto economico è altrettanto devastante. Di media tra costi per ricoveri, medici e Pil distrutti la perdita economica sfiora i 90 milioni di euro.

Profugo chiama il 118: gli rispondono che le ambulanze sono in vacanza
Padova. Chiama i soccorsi alle tre di notte per segnalare che un profugo sta male, ma l'operatore non gli crede e gli risponde che «le ambulanze sono in vacanza» con tono canzonatorio. Sarebbe successo lo scorso weekend a Gnarega Dembele, meglio conosciuto come Vie, maliano di 29 anni, con permesso di soggiorno, che presta servizio come mediatore in un alloggio per richiedenti asilo di Legnaro, gestito dal Gruppo R di Padova.

Lettera dalla Regina di Inghilterra al bimbo
Mantova. Una lettera indirizzata ad un bambino di Goito direttamente da Buckingham Palace. La missiva, inviata a nome della Regina dalla segretaria Georgina Seage, è nata in risposta ad un alunno della scuola primaria di Maioli. Il bambino, il 13 gennaio scorso, dopo la visione di un documentario sui cani della sede Reale, ha infatti avuto la stravagante idea di complimentarsi per la bellezza della razza Corgi e il coraggio, tipico solo di un bambino di nove anni, di chiedere se gliene potesse gentilmente far pervenire uno a Goito, in provincia di Mantova.

Esce dal coma, i colleghi lo festeggiano
Grosseto. Dopo l'incidente è uscito dal coma e la prima cosa che ha fatto una volta rimesso in piedi (con le stampelle) è stata andare al comando e brindare con i colleghi-agenti della Municipale: gli stessi che quel giorno lo soccorsero e fecero i rilievi. Spumante e bibite, eccoli in foto mentre festeggiano il suo ritorno alla vita. Giovanni Profeta - agente scelto di 57 anni in forze al comando della polizia municipale di Grosseto, nato a Gorizia ma maremmano da sempre - cadde con lo scooter a San Martino ed ebbe un'emorragia cerebrale. Era il 18 ottobre scorso.

Mutilano i cani per fini estetici, indagati veterinario e allevatore
Padova. C’è un’indagine dei carabinieri del Nas sull’operato di un veterinario padovano e di un allevatore specializzato nei doghi argentini. Le accuse sono gravi, perché si tratta di maltrattamento continuato e falso. La vicenda riguarda tre cani Dogo argentini sottoposti a conchectomia, cioè il taglio delle orecchie, a scopo puramente estetico.

«Una Venezia stereotipata»: bocciato il film di Eastwood
Venezia. Incoerente e poco emozionante, con una Venezia che non ha nulla a che vedere con quella reale. I veneziani bocciano la Venezia di Clint Eastwood: «La città è bella perché è bella, ma è la solita americanata». Dopo i tre giorni di follia estiva che hanno visto la città impazzire a caccia del regista americano, ieri la grande attesa per la prima di «15.17 Attacco al treno», è stata una delusione. Una trentina le persone allo spettacolo delle 17.20, molte rimaste basite dal flop del regista considerato una star.

Vermi nel farro biologico, la scuola ritira i pasti
Viareggio. «Ma ci sono dei bachi nel mio piatto». Lo sconcerto accade martedì nella mensa della scuola elementare di Capezzano Pianore. Un condimento di troppo nel farro biologico che è stato servito in tre scuole del Comune di Camaiore: l'asilo e le elementari di Capezzano e l'asilo di Santa Lucia. Constatato che c'erano dei vermi nella porzione di farro biologico servito, i piatti sono stati immediatamente ritirati e agli alunni è stata servita della pasta in bianco.

A 80 anni non dovrà più mantenere il figlio 60enne
Modena. Il giudice della Seconda Sezione del Tribunale Civile di Modena ha emesso nei giorni scorsi una sentenza (165/2018) unica nel suo genere. Per la prima volta si afferma categoricamente che un uomo maturo deve provvedere a se stesso e non dipendere dai genitori. I 34 anni di età fissati come limite sono stati desunti da una recente ordinanza del Tribunale di Milano ma a Modena vengono applicati per la prima volta a una valutazione concreta. La causa è stata avviata dalla madre, una modenese ultraottantenne (seguita da un amministratore di sostegno), che dice di essere dovuta andare in una struttura Cra, spendendo 2600 euro al mese, lontana da quel figlio 60enne che non sopporta più.

Un'App per segnalare episodi di bullismo e spaccio
Mestre. Cittadini a diretto contatto con la polizia. La polizia di Stato ha presentato giovedì mattina mattina l’APP denominata “You Pol” già operativa nelle città di Roma, Milano e Catania dal novembre del 2017. L’APP ha lo scopo di permettere a tutti, giovani e adulti, di interagire con la Polizia di Stato, consentendo l’invio di segnalazioni di episodi di bullismo o di spaccio di sostanze stupefacenti.

Rapito, torturato e ucciso: «Dik era un cane buono»

Ivrea. Dik era un fantastico pastore. Dolce, ubbidiente, buono. Era un cane da lavoro, adorato dai suoi padroni. È stato rapito, torturato ed ucciso. Morto tra atroci sofferenze, nonostante il disperato tentativo del veterinario Marco Chiartano di Castellamonte, di salvarlo.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon