Quotidiani locali

Vai alla pagina su Festival di Sanremo 2018
Sanremo. Fiorello si prende la scena del festival di Baglioni

Sanremo. Fiorello si prende la scena del festival di Baglioni

Doveva fare lo scaldapubblico, solleva la serata con una doppia, irresistibile performance. Favino e la Hunziker divertono e cantano

Sanremo 2018, da Fiorello alla romantica Hunziker: momenti imperdibili della prima serata Il festival di Baglioni si apre, in realtà, con un divertente monologo di Fiorello. Poi splende Michelle Hunziker, che conquista la platea con la solita simpatia e un tocco di romanticismo. Al marito in platea, Tomaso Trussardi, dice: "Sei così bello che ti risposerei". Ecco i momenti salienti e imperdibili della prima serata di Sanremo 2018

SANREMO. Se la grande assente è stata Laura Pausini, fermata da una laringite, il protagonista indiscusso è stato Fiorello che non ha fatto solo da “scaldapubblico”, si è preso proprio la scena del festival di Claudio Baglioni.

La classifica della prima serata, secondo la giuria demoscopica, vede divisi i venti Big in tre aree: in Paradiso Zilli, Lo Stato Sociale, Noemi, Annalisa, Gazzè, Ron, Meta e Moro; in Purgatorio Barbarossa, Biondi, The Kolors, Elio e le storie tese, Caccamo, Vanoni-Bungaro-Pacifico; ultimi per gradimento Decibel, Diodato e Paci, Rubino, Avitabile e Servillo, Canzian, Le Vibrazioni, Fogli-Facchinetti.

In una Sanremo blindata, illuminata come se fosse Natale e attraversata da fiumi di persone tutte convergenti all’Ariston, Fiorello ha subito dovuto affrontare un disturbatore salito sul palco («sono due mesi che cerco un contatto con il procuratore della Repubblica» è riuscito a dire prima di essere portato via dalla sicurezza). Ha voluto leggere il messaggio WhatsApp del conduttore e direttore artistico che lo ha convinto a partecipare come ospite: «Ciao Rosario, mi sono trovato a essere il sacrestano nel tempio della musica italiana in queste notti di note, di emozioni che si intrecciano a passioni, sai quanto la tua arte sia sinonimo di sentimenti. Potresti essere il mio gancio in mezzo al cielo». («Claudio – ha commentato Fiorello – se ci metti la musica vai terzo in classifica!»). Ha tenuto con arte il palcoscenico, anche in un secondo intervento, e non ha risparmiato nessuno con le sue battute: il presidente turco Erdogan («sta venendo a Sanremo perché ha saputo che ci sono 1.300 giornalisti liberi»), il «toy boy di Orietta Berti» (alludendo al candidato premier M5s Di Maio), il «canone che pagano tutti perché sta in bolletta, e se staccano la corrente non si vedono Netflix e Sky». Ha cantato un medley di pezzi di Baglioni e Morandi mescolando musiche e parole e poi di nuovo con Baglioni. Alla fine è stato salutato da una standing ovation. «Se Orfeo mi raddoppia i bitcoin torno sabato», ha detto rispondendo all’invito per la finale.

Sanremo 2018, lo 'show' di Fiorello nei camerini: da Morandi alla corista coi bigodini Con una diretta Facebook sul suo account ufficiale, Fiorello ha raccontato con la consueta ironia il dietro le quinte del Festival, andando a curiosare nelle stanze del Teatro Ariston che ospitano gli artisti a pochi minuti dall'inizio della prima serata  Facebook/Fiorello.Official

È stato lui a introdurre il conduttore che, visibilmente emozionato, si è lanciato in un lungo elogio della musica e della parole («Le canzoni ci prendono per mano e ci portano a volare»). Con l’arrivo di Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker, bellissima in un abito nero lungo e scollato e affettuosissima con il marito in platea, l’emozione di Baglioni si è via via stemperata.

Sanremo 2018, entusiasmo social: torna al Festival il maestro Beppe Vessicchio L'ingresso di Beppe Vessicchio, storico direttore d'orchestra, durante la prima serata del Festival di Sanremo, ha scatenato l'entusiasmo degli utenti sui social network. Il Maestro non aveva partecipato alle ultime edizioni del Festival, e il suo ritorno sul palco era attesissimo

Ieri è stata soprattutto la serata delle canzoni. Abbiamo ascoltato le venti in gara dei Big, da Annalisa a Le Vibrazioni passando dal gruppo Lo Stato sociale accompagnato da un’anziana ballerina che si è scatenata sulle note della loro canzone.

Sanremo 2018: chi è Paddy Jones, la nonna ballerina dello Stato Sociale Si chiama Paddy Jones, è nata nel 1934 ed è subito diventata la star dell'edizione 2018 del Festival, sul palco dell'Ariston insieme agli Stato Sociale. L'arzilla 83enne si è esibita in un ballo acrobatico insieme al fido compagno di danza Nico

In mezzo Gianni Morandi, che ha omaggiato Luis Bacalov, e duettato con Tommaso Paradiso dei The giornalisti;  Gabriele Muccino con il cast del suo film “A casa tutti bene” che hanno cantato con Baglioni "Bella senz'anima" (tra loro anche Favino).

Prima di Fiorello, a Sanremo, era arrivata la sua ansia da prestazione riversata su ogni social a sua disposizione e poi confluita nella sala stampa dell’Ariston dove è comparso a sorpresa nel pomeriggio. «Se il festival non va bene, ho chiuso – ha detto – continuo a fare live e radio». Questa mattina i dati di ascolto ci diranno come è andata. La Rai spera in uno share del 40%.

Lo spettacolo continua. Ospiti mercoledì sera sono Il Volo, Biagio Antonacci, Sting e Shaggy; comincia la gara dei Giovani; dieci Big tornano sul palco. Il Volo farà un omaggio a Sergio Endrigo e con Baglioni intonerà “La vita è adesso”. Biagio Antonacci canterà “Mille giorni di te e di me”. Sting e Shaggy si esibiranno nel brano “Don’t Make Me Wait”, Sting anche in “Muoio per te” di Zucchero. Arrivano anche il Mago Forest e Pippo Baudo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon