Quotidiani locali

Capodanno blindato, scatta il numero chiuso nelle piazze

A Roma, Milano e Firenze predisposto un limite agli accessi. Torino, niente festa in piazza S. Carlo. Cento arresti per i botti 

ROMA. Forse il simbolo di questo Capodanno blindato è piazza San Carlo, a Torino, che si priva dei festeggiamenti: negli occhi c’è ancora il panico incontrollato del giorno della finale di Champions, che ha causato un morto e 1.526 feriti. Saranno vietate le bottiglie di vetro per chi vorrà aspettare il primo giorno del 2018 nelle vie del centro e intorno al Palalpitour e allo Spazio 211, dove suoneranno rispettivamente Simone Cristicchi e Samuel Storm dell’ultimo X Factor.

Breve guida al Capodanno per gli indecisi dell'ultimo momento Musica, concerti e spettacoli, ce n'è per tutti i gusti nelle regioni italiane: dal capodanno diffuso di Roma al concerto gratuito di Vinicio Capossela a Pescara, passando per il tradizionale concerto al Teatro la Fenice diretto dal maestro coreano Myung-Whun Chung (a cura di Andrea Scutellà)

Le misure di sicurezza, però, raggiungono il loro apice nella Capitale, dove saranno predisposti venti varchi con metal detector nel centro storico. In campo anche artificieri, poliziotti a piedi e a cavallo, che sorveglieranno il “Capodanno diffuso” scelto per il secondo anno consecutivo dalla sindaca Virginia Raggi: mille artisti si esibiranno sotto il cielo della città eterna. Come in molte altre città italiane saranno vietati i botti di Capodanno, ovvero tutti quei prodotti con effetto a scoppio, ma non le fontane, le stelline e le trottole luminose. Nonostante le ordinanze, però, la polizia ha eseguito circa cento arresti collegati ai fuochi illegali, sequestrando oltre 2.800 proiettili, 2mila chili di prodotti esplodenti e 2.600 di polvere da sparo.

Botti di Capodanno: i consigli della Polizia per chi ha un cane "I botti di Capodanno spaventano i cani, che vanno naturalmente a cercarsi una tana dove rifugiarsi: la prima cosa da fare è non tenerli all'aperto ma in casa, chiudendo anche le persiane per evitare che gli animali vedano i lampi di luce che precedono i botti". Questo il primo consiglio di Massimo Mancini, della Squadra Cinofili della Polizia di Stato."Può essere utile anche alzare il volume del televisore o della musica per distrarli". Infine una raccomandazione: niente coccole. "Il cane associerebbe al suo stato di paura una sorta di conferma che 'deve' averne. Meglio ignorarli"

Ad unire Roma a Milano sarà la presenza dei varchi contapersone e il numero “chiuso” degli eventi all’aperto: installati nell’arena principale del Circo Massimo nell’Urbe e in piazza del Duomo nel capoluogo lombardo. Proprio sotto la Madonnina, dove si esibiranno il dissacrante rapper Fabri Fibra e il cantautore Luca Carboni, l’accesso sarà consentito ad un massimo di 20.070 persone. La linea ideale continua fino a Firenze, dove per il concerto di Ermal Meta, Morgan, Raphael Gualazzi, Lorenzo Baglioni saranno ammesse al massimo 15mila persone. Previsti controlli a borse e persone sia in piazzale Michelangelo, luogo dello spettacolo, sia in altre zone della città. A Napoli per il concertone dei “Terroni uniti”, autori del brano antirazzista “Gente do sud”, saranno predisposte barriere e controlli agli ingressi di piazza del Plebiscito.

Le piazze calde del Veneto sono Prato della Valle a Padova, San Marco a Venezia e Bra a Verona. Qui il piano prevede barriere anti-furgone - per evitare attentati in stile Promenade des Anglais a Nizza - e vie di fuga, in caso di panico incontrollato nella folla. Nel capoluogo sono state predisposte delle tribune sulla riva degli Schiavoni, per rendere visibili i fuochi d’artificio sparati dal bacino di San Marco.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro