Quotidiani locali

Incendi in Piemonte e Lombardia, centinaia di evacuati

Si incendiano boschi e montagne, evacuata una casa di riposo a Susa, residenti sfollati in un altro comune della Valle: Mompantero. Preso un piromane a Biella. Preoccupa la situazione anche in Lombardia: 300 ettari in fumo. A rischio il patrimonio dell'umanità del Campo dei fiori

In volo con i vigili del fuoco sopra l'incendio che devasta la Val Susa Il fronte di fuoco è lungo 15 km e si calcola che la superficie boschiva finita in fumo sia di 1.200 ettari, pari a circa 1.500 campi da calcio. In questo video girato dai vigili del fuoco di Torino da bordo dell'elicottero antincendio si vede bene l'estensione dei roghi che stanno distruggendo i boschi senza tregua ormai da domenica scorsa, alimentati a tratti da un forte vento caldo. La Regione Piemonte ha chiesto lo stato calamità naturale

ROMA. Sopra Susa una muraglia di fumo scherma il cielo. La cenere cade dal cielo come pioggia e rende l’aria irrespirabile. Le montagne sopra la Valle bruciano da più di una settimana, da domenica 22 ottobre. In paese è stata evacuata anche una casa di riposo con 180 anziani. La situazione più grave, però, è quella del piccolo comune di Mompantero, dove quasi tutti gli abitanti - almeno 450 residenti su 600 - sono stati costretti a lasciare le loro abitazioni e oggi le scuole resteranno chiuse. «La popolazione è preoccupata per la cappa di fumo che incombe sulle case e sulle vie», scrive il presidente dei comuni della Valle Sandro Plano, sindaco di Susa, in un comunicato.

Valle Orco l'incendio continua Valle Orco l'incendio continua. Video di barbara Torra

Non solo Valsusa, a fuoco Piemonte e Lombardia. Non è l’unica emergenza che riguarda il Piemonte, secondo una mappa diffusa dai vigili del fuoco gli incendi boschivi interessano quasi tutto l’arco alpino: dal Biellese - dove è stato fermato un sospetto piromane - al Cuneese, passando per il Canavese, in particolare a Sparone e Locana. Coinvolte le zone di Traversella, Cumiana, Locana, Roure, Cantalupa e Frossasco, Demonte, Pietraporzio, Casteldelfino e Bellino. Chiusa per motivi di sicurezza l’autostrada del Frejus.

LA MAPPA DEGLI INCENDI IN PIEMONTE

Sparone, incendio vicino abitazioni Sparone, incendio vicino abitazioniLEGGI LE NOTIZIEVideo di Barbara Torra

Le fiamme, però, non risparmiano neanche la Lombardia e in particolare il Campo dei fiori, area protetta che ospita il complesso del Sacro Monte, patrimonio dell’Unesco e un osservatorio astronomico, ora a rischio. Quindici persone che vivono tra Varese e il parco sono state evacuate. L’incendio, come la maggior parte di quelli che stanno flagellando il Nord-Ovest ha tutte le caratteristiche del rogo doloso. In tutto nel territorio governato da Roberto Maroni sono andati in fumo 300 ettari di bosco, 100 dei quali in Valtellina. Gli altri fronti aperti sono nel Comasco - dove un gruppo di escursionisti sono stati recuperati dai Vigili del Fuoco a quota 1.200 metri sul monte San Primo - e nel Bresciano dove ardono i boschi tra Tremosine e la Valle di Ledro.

Ivrea, vasto incendio nella frazione di San Bernardo Bruciano bosco, sottobosco e sterpaglie. Le fiamme, non lontane dall'area industriale, sono visibili dal terzo ponte. LEGGI LA NOTIZIA (Video Torra)

Impegnati due Canadair croati. In tutto al Centro aereo operativo unificato della Protezione civile sono arrivate 12 richieste d’intervento: sei dal Piemonte, quattro dalla Lombardia, una dalla Sicilia e una dalla Sardegna. Sono impegnati sette Canadair italiani, due croati - che operano tra Mompantero e Tremosine - e un elicottero.

Incendi in Valle di Susa, le fiamme divorano una borgata sopra Bussoleno Le fiamme che da domenica scorsa bruciano i monti della Valle di Susa, divorano una borgata di Bussoleno composta da chalet e case di villeggiatura. Immagini drammatiche alle quali assistono impotenti i valligiani. La situazione sta peggiorando, il fuoco inizia a scendere dagli alpeggi, il fronte si sta allargando a causa del vento che ostacola i mezzi aerei. A Susa, intorno a cui si sono sviluppati numerosi roghi, l'anemometro dell'Arpa ha registrato raffiche fino a 84,6 kmh.Video di Alessandro Contaldo

Siccità d'ottobre, record in Piemonte. Secondo Coldiretti da gennaio sono andati a fuoco oltre 140mila ettari in tutta Italia, un fatto aggravato dalla «siccità di ottobre, con un calo delle piogge in particolare al Nord del 54% rispetto alla media, con punte del 98% in Piemonte e del 67% in Lombardia. I valori delle polveri sottili si mantengono alti in tutto il Torinese: sono il doppio rispetto al limite previsto dalla legge.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista