Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 17 ottobre 2017

Il murales che riqualifica la periferia veneziana, dedicato alla prima donna laureata al mondo. Il reportage da Udine sul campeggio incompiuto, costruito con i fondi stanziati in occasione dei Mondiali di Italia 90. "Rimuovere le slot, vuol dire esporsi al rischio di multe": la denuncia dei baristi di Voghera. Storie dai quotidiani Finegil

Eroina e nuove droghe sintetiche: il mercato a Ferrara
Ferrara. Tra agosto e settembre, le nostre cronache cittadine hanno contato quattro casi di overdose, di cui due letali. Una concentrazione anomala e inquietante. Siamo partiti da lì, dai numeri e dalle storie, per quella che è diventata una lunga inchiesta su una realtà sconosciuta ai più, pericolosamente sottovalutata. (Nuova Ferrara)

Viaggio nel campeggio incompiuto da 27 anni: a Udine l'opera fantasma eredità di Italia '90
Udine. Doveva essere un campeggio all’avanguardia. Un’area di sosta per camperisti. Era stato costruito con i fondi stanziati in occasione dei Mondiali di Italia 90. Ma non è mai entrato in funzione a tempo pieno. A giorni avrebbe potuto ospitare i mezzi dei giostrai, ma non se ne farà nulla. (Messaggero Veneto)

Alluvione, l’accusa dell’ex capo della protezione civile: un sindaco deve stare in plancia
Livorno. «Quando c'è un'emergenza, in plancia ci deve essere il sindaco». Lo ha detto ieri, al debutto della commissione di indagine comunale sull'alluvione, l’ex dirigente della protezione civile comunale Leonardo Gonnelli, spostato da Nogarin alla dirigenza del traffico cittadino quattro settimane prima dell’alluvione. (Tirreno)

Ladri di Iban, il caso finisce in Parlamento
Lucca Il "buco" può essere nella rete di Enel. O nella rete della banca. Da lì, probabilmente, è uscito l'Iban che il call center recita senza pudore nel video pubblicato da Il Tirreno sabato 14 ottobre. Interrogazione del relatore della legge sul telemarketing Basso (Pd): «Illecito l’accesso dei call center a questi dati». (Tirreno)

Muore a 19 anni in uno scontro frontale, arrestato l'amico
Livorno. Uno schianto frontale fra due auto che non lascia scampo. È morta domenica 15 alle 6 a Vicarello, sulla 206, ad appena 19 anni, Elisabeth Jane Pulaski, residente a Stagno (Livorno) mentre il suo amico, Thomas Caponi, 20 anni, che guidava l’auto, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale. (Tirreno)

Il migrante gli riporta soldi e portafoglio
Venturina. Perde il portafoglio, glielo riporta un migrante, con documenti e soldi. E lui, Guido Di Fraia, piombinese ma da anni residente a Milano, professore ordinario di "processi culturali e comunicativi" all'università Uilm, ci ha scritto una bella lettera per ringraziarlo. "Ho imparato molto da Samuel" ci ha detto. (Tirreno)

Il prof viareggino che ascolta il suono dell'universo
Viareggio. Un viareggino da premio Nobel. C'è anche Enrico Calloni, professore di Fisica sperimentale della gravitazione all'università di Napoli nell'enorme studio condotto in tutto il mondo sulle onde gravitazionali che ha portato all'annuncio della rilevazione della prima onda gravitazionale prodotta da due stelle incredibilmente dense. (Tirreno)

Federico, dottore esperto di bitcoin: «È la moneta del futuro»
Suzzara (Mantova). Cosa sono i bitcoin? Lo sa bene Federico Frignani, 23 anni, che si è laureato con una tesi all’avanguardia sulla criptovaluta: «La comunità web sostituisce la banca centrale. Presto ci si faranno acquisti». (Gazzetta di Mantova)

Bullismo sul web, è maxirissa
Modena. Maxirissa al parco Novi Sad: si sono affrontati a calci e pugni due gruppi di studenti per riportare la calma sono intervenuti i vigili. All’origine dello scontro, un caso di bullismo sul web: un giovane aveva aperto una pagina per deridere chi non è vestito bene. È stato sfidato da una delle sue vittime e la situazione è degenerata. (Gazzetta di Modena)

Cade in una buca a Modena, il giudice: «Era evitabile, non va risarcito»
Modena. Un uomo ha speso 7.300 euro per curare le lesioni che si è procurato nella caduta e ha ritenuto che il Comune, in quanto responsabile della strada, glieli dovesse risarcire. La sentenza: "Conosceva la strada e il pericolo era visibile, è stato imprudente". (Gazzetta di Modena)

Così Whatsapp uccide il nostro dialetto
Reggio. A noi ci ha fregato Whatsapp e in genere le nuove tecnologie che ci allontanano non solo tra di noi, che ci accontentiamo del virtuale. A noi internet ci sta rubando il dialetto.Avete mai provato a scrivere in dialetto su whatsapp? (Gazzetta di Reggio)

Baristi vogheresi prigionieri delle slot
Voghera. Non si possono spostare neppure di un millimetro. Non si possono spegnere durante l'orario di apertura. E rimuoverle, vuol dire esporsi al rischio di multe, ricorsi e cause legali in tribunale. «Da quando ho messo le slot - confessa un barista vogherese - sono loro prigioniero». Condizione diffusa, nella Las Vegas provinciale, una macchinetta ogni 372 abitanti. (Provincia Pavese)

Kenny Random messaggero di pace all’Arcella
Padova. La colomba, simbolo della pace, cavalcata da un’inconfondibile silhouette nera, che porta sulla spalla una piccola bandiera con impresso un cuore rosso. È l’ultima opera di Kenny Random. Dopo “The Dreamer” e “Peace”, lo street artist padovano lancia un altro messaggio su un muro in via Perosi all’Arcella. (Mattino di Padova)

Foto hard. «Sospendete quel prof». No del giudice
Treviso. Il tribunale ha rigettato la richiesta della Procura di sospendere dall'insegnamento il professore indagato per il reato di atti sessuali con minorenne perché trovato in possesso di alcune foto compromettenti di una sua alunna sul cellulare. (Tribuna di Treviso)

Alternanza scuola lavoro. Spala letame per due settimane è lo stage nell'azienda agricola 4.0
Castelfranco. La volontà era di realizzare l'Alternanza scuola lavoro (Asl) in una azienda agricola a produzione 4.0, la realtà dei fatti è stata ben altra ovvero la triste manovalanza in un stalla del vedelaghese: forca e badile in mano e montagne di letame da spalare. Il racconto di uno studente. (Tribuna di Treviso)

Venezia. Tassa di soggiorno triplicata
Venezia. Approvata la nuova norma: dal primo gennaio 2018 l'imposta non sarà più fissata a 1,5 euro, ma diventa proporzionale. . «Le nuove entrate», dice l'assessore Zuin, «verranno utilizzate a copertura dei costi che derivano dal turismo e che non devono ricadere sui cittadini veneziani». (Nuova Venezia)

La prima donna laureata al mondo diventa un murales
Venezia. Tutti davanti all'"Esempio", il murale dedicato a Elena Lucrezia Corner Piscopia, veneziana vissuta nel Seicento, la prima donna laureata al mondo. Una delle "Serenissime" più illustri e meno ricordate. Il quariere Altobello: «Noi orgogliosi di ospitare questo simbolo». (Nuova Venezia)

«Attenti, ho la tubercolosi» in aula tutti con la mascherina
Venezia. Ho la tubercolosi»: lo ha detto subito agli agenti della polizia il 41enne arrestato nel pomeriggio di sabato per una rapina al supermercato Pam in Corso del Popolo. Vera o non vera che fosse questa malattia, ieri mattina in tribunale sono state fornite le mascherine antipolvere bianche usa e getta. (Nuova Venezia)

Rapina da 50 centesimi: a processo
Belluno. Rapina da 50 centesimi. Spiccioli che gli servivano per pagare il biglietto dell’autobus e tornare a casa. Una moneta strappata con la minaccia è bastata al bellunese A.F. a finire in guai molto seri. L’avvocato difensore ha chiesto la perizia psichiatrica per evitare il processo. (Corriere delle Alpi)

Maestre in assemblea e lezioni a singhiozzo: la rivolta dei genitori
Trieste. re

assemblee sindacali nel giro di dieci giorni. Troppe per i genitori degli alunni dei nidi e delle scuole dell’infanzia, esasperati dalle lezioni a singhiozzo che li costringono a chiedere permessi sul lavoro, pagare le baby sitter o bussare all’ultimo alla porta dei nonni. (Piccolo)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista