Quotidiani locali

Vai alla pagina su Benessere
Fa davvero male? I pro e i contro del latte

Fa davvero male? I pro e i contro del latte

Il latte vaccino non fa male ma non è indispensabile per il calcio; possiamo berne un bicchiere al giorno, eventualmente da alternare con bevande vegetali. Questo il consiglio del nutrizionista Domenicantonio Galatà, che ci invita comunque a leggere sempre molto attentamente le etichette

Fa davvero male? I pro e i contro del latte Veleno bianco o alleato della salute? Il dibattito tra i sostenitori e i detrattori del latte vaccino non è mai stato acceso come in questi anni. Ne parliamo con il nutrizionista Domenicantonio Galatà con cui passiamo in rassegna anche le bevande vegetali alternative per capire cosa perdiamo e cosa guadagnamo in termini di salute (a cura di Cinzia Lucchelli, montaggio di Marzia Morrone)

C'è chi lo considera veleno bianco e chi non potrebbe farne a meno. Il dibattito tra detrattori e sostenitori del latte vaccino non è mai stato acceso come in questi anni. "Non c'è motivo di escluderlo dalla nostra alimentazione tranne che in caso di intolleranze. Vale anche per gli adulti" dice il nutrizionista Domenicantonio Galatà, che invita a scegliere biologico e a leggere bene le etichette quando scegliamo un'alternativa vegetale.

Qual è il profilo nutrizionale del latte vaccino?
"Contiene grassi buoni uguali a qualli dell'olio e altri a catena corta, vale a dire molto piccoli, preferiti dal microbiota intestinale; una buona quantità di proteine; e calcio, anche se recenti studi hanno dimostrato che bere più latte o consumare più latticini non migliora la densità ossea".

Dunque non è indispensabile come fonte di calcio?
"No, abbiamo tante alternative come le verdure, il cioccolato, la frutta secca, anche l'acqua".

Quanto berne al giorno?
"Possiamo bere una tazza di latte al giorno altenata con formaggi e altri latticini".

Vale anche per anziani e bambini?
"Le dosi sono differenti in base al peso e al fabbisogno energetico, bisogna valutare i singoli casi".  

Meglio fresco o a lunga conservazione?
"Fresco, perchè subisce interventi termici di pastorizzazione più delicati, senza mai superare i 65 gradi. Un dato positivo perchè tanti nutrienti mal sopportano le alte temperature. Invece il latte a lunga conservazione viene trattato a temperature superiori a 120 gradi che possono portare a una reazione tra il lattosio, lo zucchero del latte, e alcune proteine e amminoiacidi. Reazione che può determinare la formazione di sostanze tossiche. Per lo stesso motivo meglio non bollirlo o scaldarlo troppo".

Meglio intero o scremato?
"Più panna scremiamo meno grassi avremo. Ma sono grassi "buoni". Meglio allora il latte intero. Anche perchè la quantità di grassi presente nel latte sono irrisorie".

Quali sono le caratteristiche del latte di capra?
"Ha meno grassi del latte vaccino, zuccheri e proteine simili: si equivale da un punto di vista nutrizionale. I grassi sono diversi, hanno infatti un sapore diverso. Va bene per i bambini come alternativa, l'importante è che sia pastorizzato".

Nel caso di intolleranza si può ricorrere al latte senza lattosio?
"Va sempre verificata la quantità di lattosio perchè ce ne possono essere comunque piccole quantità".

Ci sono sul mercato molte bevande vegetali. Una delle più diffuse è quella a base di soia
"Rispetto al latte vaccino la bevanda a base di soia ha meno grassi saturi e meno zuccheri, anche se il sapore è dolce. Contiene la stessa quantità di proteine del latte e lecitina di soia, molto usata per ridurre il colesterolo (è un'emulsionante). È un'ottima alternativa"

Cosa perdiamo e cosa guadagniamo con le altre bevande vegetali alternative?
"Quella a base di mandorle contiene grassi insaturi, che fanno bene; ha meno grassi saturi e meno zucchero del latte vaccino. In quella di avena i grassi sono quasi assenti e gli zuccheri pochi, ma è scarsa di proteine. Meglio sceglierla biologica perchè sui cereali la parte di crusca esterna è la più suscettibile ad assorbire pesticidi. La bevanda a base di riso ha più zuccheri del latte e una bassissima concentrazione di proteine: non la consiglio per i bambini"

Cosa consiglia?
"Di bere un'alternativa vegetale al giorno, anche a chi non è intollerante. Consiglio poi di alternare il latte vaccino a bevande vegwetali anche quando usiamo il cioccolato: la caseina contenuto nel latte riduce l'assorbimento dei polifenoli contenuti nel cioccolato".

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista