Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 10 ottobre 2017

I turisti che a Venezia fanno fare ai loro figli il bagnetto in Canal Grande; a Trieste il viaggio tra gli ex negozianti diventati ricchi vendendo vestiti a clienti dell’Est; i profughi che a Modena si occuperanno degli orti comunali. Ecco le storie di oggi dei giornali Finegil

Degrado Venezia, bagnetto dei bimbi in Canal Grande
Venezia. Dopo l’estate cafona, l’autunno cafone. Cambiano le stagioni ma non le abitudini dei turisti che continuano a invadere la città. Le ultime immagini lo confermano: mamme che fanno fare il bagnetto ai loro bimbi, tutti nudi in Canal Grande; turisti multati in Piazza San Marco dopo aver “parcheggiato” le loro canoe. (La Nuova Venezia)

Dallo champagne ai debiti: la parabola dei jeansinari
Trieste. Viaggio tra gli ex negozianti diventati ricchi vendendo vestiti a clienti dell’Est e che hanno visto crollare i loro imperi dopo il tramonto della Jugoslavia (Il Piccolo)

Gli orti comunali ai profughi
Modena. I profughi si occuperanno di aree verdi pubbliche, insieme ad anziani volontari e al Terzo settore. Questa una delle mansioni che ricopriranno come previsto dal Protocollo d’Intesa siglato tra Comune e Prefettura. (Gazzetta di Modena)

Parte un razzo dalla barca in avaria: fiamme a Talamonaccio
Orbetello. Un diportista, per chiedere aiuto, ha bruciato due ettari di macchia mediterranea. Domato il rogo nella notte (Il Tirreno)

Non sono vaccinati, due bambini lasciati fuori dalla materna
Lucca e Versilia. Due bambini lasciati fuori dalle materne perché non hanno presentato l'autocertificazione. Nonostante le rassicurazioni piovute da Asl e Provveditorato, che nei giorni prima dell'avvio delle scuole avevano ribadito che le famiglie non avrebbero dovuto ottemperare ad alcun obbligo, qualche dirigente scolastico non ha sposato la "linea morbida" basata su un accordo regionale e, forte di quanto previsto dalla normativa nazionale, ha impedito l'ingresso a scuola ai bambini che non hanno fornito né autocertificazione né altro tipo di documentazione che comprovi siano vacciati (Il Tirreno)

Del Debbio: "Accetto i 361 fagioli che il sindaco di Lucca mi vuol regalare"
Lucca. Paolo Del Debbio, volto nazionale del piccolo schermo e lucchese, amico del candidato sindaco del centrodestra Remo Santini e suo primo “presentatore” durante tutta la campagna elettorale della passata primavera, andrà a prendere di persona i fagioli che il sindaco Alessandro Tambellini gli vuole regalare. Sono 361 tanti quanti i voti di scarto con cui Tambellini ha vinto al ballottaggio su Santini. La "provocazione" in un'intervista al Tirreno (Il Tirreno)

Vajont, la storia di Sandra Biscaldi
Pavia. Aveva 29 anni, da Mortara si era trasferita a Longarone per una supplenza. L'onda l'ha portata via con le zie che la ospitavano. (La Provincia Pavese)

Tredici coltellate, nessun colpevole dopo 12 anni
Piove di Sacco. Ammazzato con 13 coltellate alla schiena una domenica pomeriggio nel suo ufficio in centro. Dopo 12 anni l’assassino dell’immobiliarista di Codevigo Angelo Moressa, all’epoca 64 anni, è senza nome.
Tre gli indagati, nessun colpevole. Caso archiviato. È il 9 ottobre 2005. La figlia avvocato: «Ferita senza pace». (Il Mattino di Padova)

Ubriaco alla guida, multa da 26mila euro
Quando l’hanno sottoposto all’alcoltest probabilmente nemmeno gli agenti della Polizia Stradale credevano al dato che era venuto fuori: oltre otto volte il limite consentito. Per questo è finito nei guai un ventisettenne di Vittorio Veneto. L’uomo ha rifiutato di pagare una maxi-multa di 26 mila euro e andrà a processo. (La Tribuna di Treviso)

Rubano nani da giardino e rivendicano
Montecchio. Tre statue in gesso raffiguranti altrettanti nani sono state rubate

dal giardino di una casa. Attaccato al  campanello, è stato trovato un biglietto di rivendicazione: il furto sarebbe stato commesso da una organizzazione specializzata in questo tipo di furti che poi “libera” i nani in gesso nelle foreste. (Gazzetta di Reggio)


 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista