Quotidiani locali

Napoli: trascinata dall'auto del fidanzato, ventiquattrenne muore in ospedale

La giovane di Melito si è aggrappata alla portiera dell'auto del fidanzato dopo un litigio. E' stata trascinata per diversi metri. Fermato il ragazzo. La madre della ragazza tenta il suicidio

NAPOLI. Alessandra Madonna, una ragazza di 24 anni di Melito è morta nell'ospedale di Giugliano a causa di lesioni gravissime perchè dopo un litigio con il fidanzato si è aggrappata allo sportello dell'auto guidata dal ragazzo ed è stata trascinata lungo un tratto di strada per poi rovinare a terra priva di sensi. Verosimilmente i due ragazzi stavano litigando perchè lui voleva porre fine alla loro relazione.

Il fatto è accaduto in via Pavese a Mugnano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato per lesioni personali gravissime il 24enne, incensurato, che ora è ai domiciliari. Il veicolo è stato sequestrato. L'accusa ora dovrebbe cambiare in omicidio, forse colposo.

Poco dopo la notizia del decesso, centinaia i messaggi di lutto sono stati pubblicati sulla bacheca Facebook di
Alessandra. Amici e amiche la ricordano con dolore, e molti invocano 'punizioni esemplari' per il giovane ex fidanzato ritenuto comunque responsabile della tragedia.

La mamma di Alessandra Madonna ha tentato il suicidio. Poco dopo aver appreso
della tragica fine della figlia ha provato ad uccidersi con il gas. In una strada di Varcaturo, chiusa in auto, ha provato ad utilizzare una bombola da cucina per togliersi la vita: una coppia l'ha notata, ha rotto il vetro e l'ha salvata. La donna è in ospedale e non è in pericolo di vita.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista