Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 22 agosto 2017

La scuola di fallimento nella provincia di Modena. La rissa in pizzeria a Vigonza tra ristoratore e padre di bimbi chiassosi. Il mega manifesto pubblicitario che copre la chiesa della Pietà a Venezia. Storie dai giornali locali Finegil

La terza vita di Monica, dall’amputazione alle corse in handbike
Empoli. A Monica Lepri i 17 interventi dopo l’incidente non sono bastati a salvarle la gamba. Ora inizia una nuova sfida grazie a un team e al Comune: handbike. (Tirreno)

Pistoia. Il prete dei profughi «Salvini, io non mollo»
Pistoia. «Se il leader della Lega si deve occupare del parroco di Vicofaro siamo alla frutta». Don Massimo Biancalani insiste: porterò ancora i profughi in piscina. (Tirreno)

Il prof con la bandiera fascista su Vinca
Carrara. Sale sul monte Sagro Manfredo Bianchi e sventola una bandiera. L'ingegnere e professore di scuola superiore a Carrara sventola bandiera di Salò, affacciata su Vinca, Monzone, Equi Terme i paesi dell'eccidio nazi-fascista del 1944. Ci vorrebbe Pietro Calamandrei a commentare il post che pubblica su Facebo. (Tirreno)

Lavora 70 ore a settimana gliene pagano quaranta
Firenze. Le sue mani hanno stretto più il volante del suo camion che suoi figli e sua moglie. Francesco, camionista, ogni giorno guida un tempo superiore a quello consentito per legge «Ma i controlli sono inesistenti. Quando arrivano il capo ci avvisa il giorno prima». (Tirreno)

Un ex giudice tra i clochard
Livorno. Su Didier se ne sono dette e se ne dicono tantissime. Lui non vuole parlare di sé ma stando ai racconti di chi è riuscito a conoscerlo bene, Didier era un magistrato e lavorava in Belgio. Poi, una volta andato in pensione, ha deciso di lasciare tutto e tutti e di andare a vivere in strada. Il perché abbia deciso di trasferirsi a Livorno rimane un mistero. (Tirreno)

Due ragazze denunciano: ci hanno violentate
Mantova. Due ragazze giovanissime, diciotto e sedici anni, residenti nel Basso Mantovano hanno chiesto assistenza medica dichiarando di essere state violentate entrambe da due persone nella notte di sabato. Due episodi distinti ma che sarebbero avvenuti - secondo i racconti delle due giovani donne - nelle stesse ore, nella medesima zona. (Gazzetta di Mantova)

Lo sgozza dopo un litigio, catturato
Modena. E' una lite per un cliente conteso per una vendita di droga all'origine dell'omicidio avvenuto domenica 20 agosto in via Radici in Piano a Sassuolo. Vittima un 35 enne marocchino, ad ucciderlo un connazionale di 39 anni, preso in Stazione mentre si preparava a lasciare Modena. (Gazzetta di Modena)

Nasce la “scuola di fallimento”
Formigine. Ecco la “Scuola di fallimento”. Un corso di formazione per insegnare ai giovani la cultura dell’errore e dell’insuccesso, Si rivolge ai ragazzi tra 19 e 29 anni. L’iscrizione è gratuita ma a numero chiuso: venti posti, per non fare di una disavventura un dramma insormontabile. (Gazzetta di Modena)

Pedofilo libero. La pratica al Csm
Reggio Emilia. «No, guardate, non rilascio dichiarazioni. Grazie ma non aggiungo nulla». Poche battute e Giovanni Ghini, il giudice reggiano che ha scarcerato un pedofilo, si congeda dopo aver aperto la sua porta ai giornalisti. La notizia dell'avvio di una pratica in prima commissione al Csm (l'organo di autogoverno dei magistrati) lo apprende dai cronisti. (Gazzetta di Reggio)

Ferrara Assistenza, 40 lavoratori costretti a licenziarsi
Ferrara. Trovarsi senza lavoro e senza un perché, con la beffa di non aver nessuno a cui chiedere conto in quanto il principale è scomparso dal 19 giugno e non si è più fatto sentire dai suoi dipendenti. È la kafkiana vicenda che stanno vivendo i quaranta dipendenti della cooperativa “Ferrara Assistenza”. (Nuova Ferrara)

Bimbi chiassosi a Vigonza, lite in pizzeria
Vigonza. Viene richiamato il papà per i figli che corrono qua e là: ceffone al proprietario e botte al cameriere. «È stato solo un diverbio, non è successo niente», minimizza il titolare, che da poco ha rilevato l’esercizio e teme ripercussioni, «voglio solo dimenticare». (Mattino di Padova)

Nasce l’autogrill dei cicloturisti
Padova. Vicino all'aeroporto Allegri, sorgerà il Bike Stop: saranno posati una tensostruttura, un chiosco per l'accoglienza, il punto ristoro e la ciclofficina e uno per le docce. Il resto sarà spazio libero, orti sociali. La data di apertura è prevista per marzo 2018. (Mattino di Padova)

Venezia. Maxi pubblicità sulla facciata della chiesa della Pietà, scoppia la polemica
Venezia. Un altro grande cartellone pubblicitario spunta a Venezia, stavolta sulla facciata della chiesa della Pietà. E scoppia, ancora una volta, la polemica sull’impatto sui palazzi del centro storico veneziano delle maxi sponsorizzazioni. Marco Zanetti, architetto ed esponente di “Venezia cambia” scrive a Max Mara: «Sono fuori scala, toglietele». (Nuova Venezia)

Sbaglia strada a New York, turista veneziano ferito in una sparatoria
Dolo. Per un turista italiano a New York domenica era incominciata con l'intenzione di esplorare la Grande Mela. È finita invece con una pallottola di pistola che lo ha colpito a una spalla. Casualmente si era ritrovato in un quartiere della città dove di turisti se ne vedono pochi. Di spacciatori di droga e membri di gang locali invece ce ne sono tanti. (Nuova Venezia)

Il quad nel dirupo, muore a 22 anni
Monfalcone. Un’uscita di strada con il quad e una caduta nel dirupo sull’isola di Karpathos è costata la vita a una ventiduenne originaria di Monfalcone. Deborah Fabris è deceduta ieri mattina in Grecia. Da Ferragosto era ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Rodi. Deborah si trovava in vacanza con il fidanzato Gabriele Martinetto, ventitreenne nato a Trieste ma residente a Gorizia, che è rimasto ferito nell’incidente. (Piccolo)

Fa il bucato nella fontanella di piazza Venezia: 200 euro di multa
Trieste. Un 27enne ha pensato bene di fare il bucato all'aperto: non nel giardino di casa, ma niente di meno che nella fontanella di piazza Venezia, sulle Rive di Trieste. Multato di 200 euro. (Piccolo)

Il “mulo” si fa peluche.

La riscossa dei souvenir
Trieste. Il Pelinkovac in formato mignon. Il “mulo triestino” in versione peluche. E il manuale della perfetta ordinazione di un caffè a Trieste. Sono soltanto alcuni dei souvenir che stanno tornando prepotentemente di moda. (Piccolo)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista