Quotidiani locali

Vai alla pagina su Giro d'Italia 2017
Gaviria fenomenale, rimonta dieci corridori e fa poker

Gaviria fenomenale, rimonta dieci corridori e fa poker

Il colombiano domina lo sprint di Voghera con una potenza impressionante

TORTONA. Gaviria vince in volata con una gamba sola. Era rimasto indietro a 500 metri dall’arrivo a Tortona, eppure, ha vinto facilmente recuperando negli ultimi 150 metri dieci corridori proprio mentre Caleb Ewan, sul fino dei 70 all’ora quasi finiva a terra scontrandosi con Richeze, il pilota del vincitore. Incredibile: questo 23enne colombiano è un assoluto fenomeno. Peccato non vada al Tour de France: con questa condizione avrebbe la possibilità di scalare in un colpo solo le gerarchie dello sprint mondiale, mettendo, crediamo, in riga anche il compagno di squadra Marcel Kittel.

Il vertice della sportività e della classe l’ha già raggiunto però: 4 volate vinte e la volontà ferma di continuare la corsa rosa fino a Milano per portare al traguardo finale la maglia ciclamino, che difende ogni giorno sprintando anche nei traguardi volanti. Greipel (Lotto) come un anno fa ha salutato la compagnia, avvertendo a inizio tappa: senza più sprint da qui a Milano non vuole sprecare energie sui monti. Uno schiaffo alla storia del Giro dei 100 anni.

Lui serafico alla fine: “Ero un po’ indietro dopo la curva ma sono riuscito a vincere”. Un po’ indietro…Fenomenale.

Tutto previsto nel finale. Fuga a tre ripresa a 20 km dall’arrivo proprio quando il vento crea scompiglio in gruppo e invita i big di classifica a restare nelle prime posizioni per non finire nelle trappole dei ventagli. Poi la volata: Gaviria concede la rivincita e trionfa.

La Reggio Emilia-Tortona, 167 km piatti come l’olio, parte con due novità. La prima: dopo la caduta causata dalla moto della Polizia ai piedi del Blockhaus, una crono gagliarda e un paio di tappe di sofferenza pura, in Emilia prima della partenza ha alzato bandiera bianca uno dei protagonisti più attesi di questo Giro, Geraint Thomas. “Il dolore al ginocchio era sempre più forte, peccato. Ora mi concentrerò sul Tour, ma tornerò al Giro il prossimo anno: i tifosi sono stati meravigliosi”, ha detto il capitano della Sky, team che abbandona così definitivamente le ambizioni di gloria nell’edizione 100 della corsa rosa.

Da un campione che alza bandiera bianca, a due corridori che, sebbene la corsa non l’abbiano nemmeno iniziata, fanno ancora parlare di sé in negativo. Stefano Pirazzi e Nicola Ruffoni sono stati licenziati dalla Bardiani Csf. I due corridori erano stati esclusi all’immediata vigilia della partenza della corsa rosa da Olbia per essere risultati positivi a un controllo antidoping effettuato a sorpresa a fine aprile. Le controanalisi hanno confermato la presenza nelle provette di un ormone della crescita sintetico ed è arrivato l’annunciato provvedimento del team che anche ieri, proprio per cercare di mettere alle spalle questa brutta storia, ha mandato un atleta in fuga. Si tratta di Vincenzo Albanese, il più giovane del Giro, che ha cercato inutilmente fortuna assieme a Pavel Brutt (Gazprom) e Matej Mohoric (Emirates).

Niente da fare per loro però: i velocisti non si sono lasciati sfuggire l’ultima occasione per disputare uno sprint in questa corsa rosa.

Capitolo sprint chiuso ora si passa a quello più importante: l’assegnazione della maglia rosa. Sabato tappa di Oropa, salita secca che potrà dire molto sullo stato di salute di Dumoulin (ieri comodamente in gruppo come i rivali), tappa “ponte” di Bergamo con gettonatissima la fuga da lontano, riposo di lunedì e martedì ecco sua maestà Stelvio, che i corridori dovranno scalare due volte.

La neve caduta venerdì non ha creato problemi come si temeva, da sabato le previsioni

meteo indicano un miglioramento. Il servizio strade della Provincia di Bolzano, il versante est del passo è infatti quello più esposto alle valanghe, ha lavorato a lungo e la riapertura della strada è stata garantita per domenica alle 8 del mattino. Insomma, lo spettacolo è assicurato.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare