Quotidiani locali

Vai alla pagina su Beni confiscati

"Riprendiamoli", l'ebook sui beni confiscati alle mafie

L'inchiesta dei giornalisti dei quotidiani locali del Gruppo Espresso, dell'Agl e degli studenti dell'Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino in vendita sui principali store al prezzo di 2.99 

Nel 2007, il malavitoso Francesco Inzerillo si lamenta con i nipoti, durante il colloquio nel carcere di Torino: “Cosa più brutta della confisca dei beni non c’è. Qua c’è solo da andare via, e basta”.

Beni confiscati alla mafia, l'inchiesta "Riprendiamoli" Dal 1982 a oggi, sono stati sequestrati e confiscati alla mafia 27.000 beni tra ville, cascine, castelli, alberghi, supermercati, stabilimenti balneari, auto di lusso. Di questi solo 11.000 sono stati riconsegnati alla comunità. Perché? Di chi sono le responsabilità? L’inchiesta a cui hanno lavorato 24 giornalisti di Confiscatibene, dei giornali locali del Gruppo Espresso e dell’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino cerca di rispondere a queste domande con dati, mappe, cronache, storie, interviste. E con uno spazio aperto alle segnalazioni. Leggi "RIPRENDIAMOLI", la sfida per i beni confiscati alla mafia


Colpire dritto al patrimonio, ai “piccioli”, come diceva Pio La Torre: così si combattono le cosche. Ma la strada del riutilizzo dei beni confiscati è piena di ostacoli. Lo dimostrano i numeri: dal 1982 a oggi, sono stati sequestrati e confiscati alle mafie 27.000 beni: ville, cascine, castelli, alberghi, cliniche, supermercati, stabilimenti balneari, Ferrari, quadri di Dalì. Di questi solo 11.000 sono stati riconsegnati alla comunità. Una sconfitta 21 anni dopo la legge sul riuso sociale dei beni chiesta da un milione di italiani e promossa dall’associazione Libera. Una perdita economica grandissima considerando che parliamo di un patrimonio di 25 miliardi di euro , come sostenuto dalla presidente antimafia Rosy Bindi.

L’e-book “Riprendiamoli, sfida per i beni confiscati alle mafie”, parte dagli gli open data sui beni confiscati resi pubblici da Confiscatibene per capire come vegono gestiti i beni nel nostro Paese. L’inchiesta, con numeri, mappe, cronache, storie, interviste, è stata scritta da Tecla Biancolatte, Gianluca De Martino, Daniela Larocca e Jacopo Salvadori, ed è il frutto del lavoro lungo due anni di 24 giornalisti dei giornali locali del Gruppo Espresso, dell’AGL e dell’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino.

Il libro è in vendita sui principali store al prezzo di 2.99. Dal 21 marzo 2017, in occasione della giornata in memoria delle vittime di mafie , fino al 26 marzo sarà acquistabile al prezzo di lancio di 1,99 euro. Amazon, poche ore dopo il lancio di vendita, ha inserito l'ebook tra le migliori novità della sezione Politica.

Ecco dove acquistarlo:
- Amazon 
iTunes di Apple
- Book republic

 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics