Francesco Marchio

militare

Fiume (Rijeka), Croazia , 26 novembre 1887 / 1950

Nato a Fiume, suddito dell’Impero austroungarico, Francesco Marchio allo scoppio della Prima Guerra Mondiale viene arruolato nell'esercito imperiale e mandato a combattere in Galizia, contro i russi. Fatto prigioniero nel giugno 1916, allo scoppio della rivoluzione russa si spinge, come altre migliaia di ex-prigionieri, verso l’estremo oriente, fino in Cina. Qui viene arruolato nell'esercito italiano ed entra a far parte della Legione Redenta. Rientra in Italia nel febbraio del 1920. Nel 1994 la sua testimonianza ha vinto il Premio Pieve, l'annuale concorso per scritture autobiografiche indetto dall'Archivio Diaristico Nazionale

Racconta ritirata, feriti, combattimenti, nemici, bombardamenti, autolesionismo, disciplina militare, resa, prigionia, irredentismo, amicizia, famiglia, civili

Eventi e luoghi