Sisto Monti Buzzetti

militare, 60° reggimento fanteria, brigata Calabria, tenente

Allerona (TR) , 11 giugno 1896 / 9 giugno 1917

Sisto Monti Buzzetti è morto in prima linea il 9 giugno 1917, due giorni prima di compiere 21 anni. Quelle consegnate all’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano nel 2006 sono le copie delle lettere e cartoline che ha inviato dal fronte alla sua famiglia. Sono 280 in tutto: la prima è del 20 marzo 1916. L’ultima scritta il giorno prima di morire, l’8 giugno 1917. Sono lettere in cui il giovane ufficiale, all’inizio, cerca soprattutto di tranquillizzare: sostiene che non c’è pericolo, che tutto va bene, che la vita, al fronte, è lieve. Anche perché tutto è sottoposto al vaglio della censura e non possono quindi nemmeno esserci riferimenti geografici. Poi però la guerra cambia molte cose. 

Racconta battesimo del fuoco, vita in trincea, famiglia, mamma, cattura di prigionieri, combattimenti, morti, fortuna e sfortuna, disciplina militare, aeroplani, retrovie, bombardamenti

Eventi e luoghi