Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
Commissione banche, fumata nera sul testo unico

Commissione banche, fumata nera sul testo unico

Niente accordo sulla relazione unitaria, presentati più testi dei singoli gruppi. Tra i vari punti la definizione di "Bankitalia e Consob" come "autorità inefficaci"

Fumata nera dall'ufficio di presidenza della Commissione d'inchiesta sulle banche: nessuna relazione unitaria al termine dei lavori sui dissesti degli istituti italiani, ma più relazioni dei singoli partiti.

Quella di maggioranza, presentata da Mauro Marino, è passata con 19 voti favorevoli,15 contrati, sei gli assenti. Il documento annota che "nello scenario che ha caratterizzato l'ultimo decennio, l'esercizio dell'attività di vigilanza non si è dimostrato del tutto efficace".

"La Commissione è giunta a ritenere che in tutti i 7 casi" di crisi bancarie oggetto di indagine "le attività di vigilanza sia sul sistema bancario (Banca d'Italia) che sui mercati finanziari (Consob) si siano rivelate inefficaci ai fini della tutela del risparmio", si legge nel testo.

"La Commissione chiede la creazione di un organismo pubblico di gestione delle attività deteriorate (Bad Bank) almeno a livello nazionale, sulla base di un framework europeo". Si chiedono ancora maggiori limiti al fenomeno delle "porte girevoli".

Il presidente della Commissione bicamerale, Pier Ferdinando Casini, ha parlato di una relazione "seria, decisa e allo stesso tempo equilibrata".

Tolta la posizione di Liberi e Uguali, che già aveva annunciato nei giorni scorsi la propria contrarietà, l'aspettativa del presidente

Casini era di riuscire a raccogliere a sostegno del testo unitario i restanti 37 commissari su 40. Ma "si è constatato che il tentativo di approvazione di una relazione unitaria non incontra l'ampia convergenza tra i Gruppi" riporta una nota con il pensiero di Casini.
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon