Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
In Veneto oltre mille imprese a partecipazione estera

In Veneto oltre mille imprese a partecipazione estera

Report I-Com: il Veneto è tra le regioni italiane maggiormente aperte agli investimenti produttivi esteri, con 1.066 imprese a partecipazione estera, in aumento del 18% dal 2009 al 2015

Il Veneto è tra le regioni italiane maggiormente aperte agli investimenti produttivi esteri, con 1.066 imprese a partecipazione estera, in aumento del 18% dal 2009 al 2015. Parallelamente, dal 2010 al 2016, è più che raddoppiato il saldo della bilancia commerciale, che lo scorso anno ha segnato un +16,5 miliardi di euro, nonostante gli scarsi investimenti in ricerca e sviluppo rappresentino un freno alla capacità del territorio di ritrovare la crescita di un tempo.

È il quadro che emerge dal Report dell'Istituto per la Competitività I-Com.

Dallo studio emerge che più del 33% delle imprese estere attive in Veneto opera nel manifatturiero; una percentuale molto consistente (29,6%) è rappresentata anche dalle società di commercio all'ingrosso. Nel periodo 2009-2015, le multinazionali venete hanno incrementato sia i propri fatturati sia il numero di addetti impiegati.

Il fatturato complessivo è cresciuto del 27,4%, passando da 26.696 milioni di euro a 34.001 milioni di euro, con un aumento del fatturato medio per impresa da 30 a 32 milioni di euro.

Il numero di dipendenti, invece, è cresciuto del 23,5%, arrivando nel 2015 a 93.284 addetti, a partire dai 75.555 del 2009, con un incremento considerevole tra le imprese che producono carta, abbigliamento e pelli. Il Veneto è aperto non solo agli investimenti, ma anche ai flussi turistici. Secondo i dati Istat, nonostante la crisi economica, tra il 2009 e il 2015 gli arrivi in regione sono aumentati del 23,7%, superando la soglia dei 17 milioni, e le presenze del 28,5%, posizionandosi sopra i 63 milioni (dunque con un aumento della permanenza media).

Queste cifre comportano il primato italiano per il Veneto per volume sia delle presenze sia degli arrivi. Così come per indice di internazionalizzazione del turismo: il 67% delle presenze è relativo infatti a turisti stranieri, rispetto a una media italiana del 52%.

Anche se, in questo quadro molto positivo, non passa inosservata l'estrema stagionalità (si passa durante l'anno da un indice di utilizzazione

l'ora di posti letto di 73,8 ad agosto a 17,8 a gennaio) e la polarizzazione su Venezia, che da sola registra più della metà delle presenze regionali nel 2015, esattamente il 54%. Di seguito troviamo Verona con il 24%, mentre le altre provincie oscillano tra il 2% di Rovigo e l'8% di Padova.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon