Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
Un contendente cinese per Farbanca (ex Bpvi)

Un contendente cinese per Farbanca (ex Bpvi)

Non solo Banca Ifis: per la banca delle farmacie, secondo alcune fonti, si prospetterebbe un nuovo contendente con una proposta migliorativa rispetto a quella presentata dall'istituto di Mogliano Veneto

Banca Ifis potrebbe avere un nuovo concorrente nella corsa all’acquisizione di Farbanca, istituto focalizzato sui finanziamenti al mondo della farmacia e della sanità, confluito tra gli asset da cedere nell’ambito della liquidazione delle banche venete. E’ quanto emerge da fonti di stampa, secondo le quali un fondo cinese avrebbe presentato una proposta d’acquisto migliore ai commissari liquidatori. Anche Creval e il fondo britannico Blue Skye recentemente hanno manifestato il loro interesse per Farbanca.

Tuttavia, la l’istituto veneto dovrebbe restare favorito per l’acquisizione, anche perché l’operazione sarebbe vista di buon occhio da Bankitalia. L’integrazione della banca dei farmacisti si inquadrerebbe perfettamente nell’ambito del piano strategico 2017/19 di Banca Ifis e consentirebbe un rafforzamento nel settore sanitario e delle farmacie, dove l’istituto è già presente con Banca Ifis Pharma e che ha recentemente costituito un’area di business dedicata alle farmacie. Farbanca, di cui il 71% faceva capo all’ex Popolare Vicenza, è rimasta esclusa dal perimetro acquisito da Intesa, ed è considerato un asset da cedere per introitare liquidità.

L’istituto

ha chiuso il 2016 riportando un margine di intermediazione di 16,5 milioni e un utile netto di 4,8 milioni, con un patrimonio netto di 60 milioni. Intorno alle 11:20 a Piazza Affari il titolo cede lo 0,9% a 46,46 euro, mentre il Ftse Italia Servizi Finanziari sale dello 0,1 per cento.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista