Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
E' nata Maize: la prima testata giornalistica di H-Farm

E' nata Maize: la prima testata giornalistica di H-Farm

Il progetto maize nasce in H-Farm, realtà che da 12 anni è impegnata asupportare i giovani nella creazione di nuovi modelli di impresa, a guidare la trasformazione digitale delle aziende e a formare le giovani generazioni

Oggi debutta online maize , la nuova testata giornalistica di H-Farm che vuole diventare "il punto di riferimento per chi vuole partecipare all’accelerazione del cambiamento tecnologico in atto, prendendo le decisioni giuste e imparando a pensare in modo nuovo". Lo annuncia H-Farm.


Attraverso maize, un collettivo di voci internazionali esplorerà l’impatto delle cosiddette “tecnologie esponenziali”, come l’Artificial Intelligence, in grado di crescere a velocità doppia e costi dimezzatida un anno all’altro. "La diffusione di queste tecnologie sta determinando una trasformazione epocale e radicale dei processi di lavoro, delle relazioni sociali, delle strutture del pensiero, destinata a creare modelli di business alternativi, mezzi di trasporto autonomi, città intelligenti, strumenti diagnostici di nuova generazione" spiega una nota.


Il progetto maize nasce in H-Farm, realtà che da 12 anni è impegnata asupportare i giovani nella creazione di nuovi modelli di impresa, a guidare la trasformazione digitale delle aziende e a formare le giovani generazioni attraverso progetti educativi.


Proprio la necessità di fornire un’interpretazione di questo mondo in trasformazione ha posto le basi per la nascita di maize, un digital magazine

fuori dal coro, che si rivolge a un pubblico affamato di punti di vista originali e parla a chi ha scelto di abbracciare il cambiamento in atto nel settore IoT, dell’Intelligenza Artificiale, della Augmented Reality, della robotica, della Cybersecurity, dei Biga Data e della mobilità.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista