Quotidiani locali

Vai alla pagina su Nordest Economia
A Buy Veneto la Regione lancia la vacanza emozionale

A "Buy Veneto" la Regione lancia la vacanza emozionale

Il Salone si è aperto oggi con 200 buyer internazionali, tra cui le new entry di Cina e India, e la proposta di undici educational che per la prima volta mettono in programma il Delta del Po e le ville venete con il golf.

VENEZIA. Dopo «Veneto tra terra e cielo» il futuro della promozione turistica sarà la «Terra di Venezia»: è il nuovo slogan coniato oggi dal Governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha parlato di «turismo emozionale» per la regione all'apertura di «Buy Veneto», l'appuntamento fieristico che propone al mondo il territorio come luogo di vacanza. Il Salone si è aperto oggi con 200 buyer internazionali, tra cui le new entry di Cina e India, e la proposta di undici educational che per la prima volta mettono in programma il Delta del Po e le ville venete con il golf.

“La nostra è una terra straordinariamente ricca di attrattive, ma non dobbiamo avere la presunzione che tutti i diversi luoghi che compongono la prima regione turistica d’Italia siano ugualmente conosciuti. Allora perché non identificarla con quattro parole che possono diventare anche il nuovo motto del turismo regionale, lo slogan che con efficacia e immediatezza la individua geograficamente e ne fa intuire il valore e la bellezza: The Land of Venice”. Con questa suggestione il presidente della Regione ha aperto stamane a Mestre (Ve) la sedicesima edizione di “Buy Veneto”, il più importante evento di marketing turistico regionale, “la nostra fiera internazionale del Business-to- Business – come l’ha definita l’assessore al turismo –, dove il turismo è economia concreta, dove si fanno contratti, dove si tocca con mano sia l’interesse mondiale che suscita l’offerta veneta nel suo complesso, sia la professionalità dei nostri operatori nel vasto ambito dell’industria dell’ospitalità”.

“Un’industria che con i suoi 17 miliardi di euro di valore – ha sottolineato il presidente – rappresenta più del 10 per cento dei 150 miliardi del Pil regionale, che ha una storia tutto sommato recente nel corso della quale ha saputo crescere e affermarsi costantemente nelle destinazioni più note, come il mare, che da solo fa numeri da
record, le città d’arte, il lago, la montagna, ma che si fa apprezzare anche per tante altre forme di vacanza e di ospitalità

che oggi stanno conoscendo un grande successo di interesse e di adesioni. Il Veneto, insomma, è tutto fuorché una destinazione statica, è un ambito turistico in continuo movimento, che crea e che regala emozioni, grazie anche all’importante spinta che stanno dando i giovani nelle imprese”.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista