Più di 30 gradi, ma anche l’umidità è alta Da giovedì in arrivo aria più fresca

MESTRE. Temperature ai massimi stagionali, ma non da “allarme rosso”, in tutta la provincia di Venezia. Ieri alle 12 la stazione meteorologica dell’Arpav di Cavallino-Treporti ha rilevato ieri a...

    MESTRE. Temperature ai massimi stagionali, ma non da “allarme rosso”, in tutta la provincia di Venezia. Ieri alle 12 la stazione meteorologica dell’Arpav di Cavallino-Treporti ha rilevato ieri a mezzogiorno la temperatura massima di 30.9 gradi, con un forte disagio fisico dovuto a un tasso di umidità del 69 per cento che ha portato a una “temperatura percepita”di 33 gradi. Insomma, il caldo torrido africano continua, ma secondo il ministero della Salute Venezia risulta nell’elenco delle città con “bollino arancio”, dove l’allarme caldo riguarda, in particolare, solo anziani e bambini a cui è consigliato di non uscire all’aperto nelle ore più calde. Quest’estate, infatti, i 31 gradi sono stati superati solo il 30 luglio (31.4) e il primo agosto (31.5) scorsi (nella foto giovani si rinfrescano con l’acqua a parco Bissuola). Si tratta, comunque, di temperature che superano di oltre due gradi la media stagionale degli ultimi vent’anni. La discreta ventilazione, favorita dalla brezza che spira dal mare, continua a beneficiare Venezia e provincia rispetto il resto del Veneto, dove ieri si sono registrate temperature massime di 33 gradi con tassi di umidità del’80 per cento. Per quanto riguarda la presenza di ozono (inquinamento fotochimico indotto dai ragg i solari) la Protezione civile del comune di Venezia, sulla base dei dati rilevati dall’Arpav, ha assicurato che la qualità dell’aria, resta dentro parametri tollerabili (buona/discreta), anche se resta il consiglio di non praticare sforzi e attività fisiche impegnative nelle ore di maggiore irradiazione del sole.

    Sempre secondo la Protezione Civile veneziana: «Il disagio è in lieve calo a causa dell'abbassamento delle temperature, in particolare delle massime, soprattutto nella giornata di oggi per effetto di una perturbazione atmosferica che potrà causare i fenomeni localizzati, con pioggie e temporali nell’area montana e Pedemontana e sul litorale veneziano. Non ci sono allarmi per possibili trombe d’aria, ma», avverte l’Arpav, «le alte temperature e la forte umidità nei bassi strati dell’atmosfera, sono gli ingredienti di possibili fenomeni di breve e acuta intensità».

    Per oggi e domani le previsioni sono ancora di alte temperature, ma da giovedì dovrebbero calare per l’arrivo di una perturbazione nordica. (g.fav.)

    07 agosto 2012
    Casa di Vita

    Le merende sono più sane… con le banane!

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ