la denuncia

Manca il personale, salta il convoglio regionale

A piedi i pendolari di Noale, Salzano, Maerne e Spinea diretti a Mestre e Venezia

    Brutta sorpresa ieri per decine di pendolari del regionale 33637 in partenza da Bassano del Grappa alle 11.25 e atteso a Venezia Santa Lucia alle 12.46. Il convoglio è stato soppresso a causa della mancanza di personale di bordo. Interessati gli utenti delle stazioni di Noale, Salzano, Maerne e Spinea. Così i passeggeri, ignari fino all’ultimo di quanto stesse accadendo, si sono sentiti dire, verso mezzogiorno, che quel treno non sarebbe mai arrivato. E sono stati costretti a percorrere altre strade per arrivare a destinazione.Hanno iniziato a informarsi, qualcuno si è rivolto al bar della stazione di Noale per capire cosa stesse accadendo. Qualcuno doveva andare al lavoro per il turno pomeridiano e si è trovato senza mezzo di trasporto. Il regionale successivo, a Noale, sarebbe passato cinquantacinque minuti più tardi, alle 13.01, con arrivo in Laguna alle 13.46. Dunque troppo tardi per aspettare in stazione: meglio cercare soluzioni alternative per non perdere un pomeriggio.

    A quel punto, o si sono affidati agli autobus o ai parenti e amici per raggiungere Mestre o Venezia. Ma non è la prima volta che accade una situazione del genere e i pendolari iniziano a perdere la pazienza. Mercoledì scorso, il regionale 11063 in partenza da Castelfranco alle 7.49, con arrivo previsto a Venezia Santa Lucia alle 8.56, non si è mai visto. A causa di un guasto del convoglio, Trenitalia ha dovuto sostituirlo con degli autobus. Come ogni mattina, molti utenti si erano presentati agli scali ferroviari per salire sul mezzo che li avrebbe portati a destinazione. Quando sono arrivati in stazione, si sono sentiti dire che quel treno non sarebbe mai arrivato perché cancellato: sono saltati appuntamenti, coincidenze, qualcuno è arrivato in ufficio in ritardo. E sono scattati i malumori, anche perché il regionale è inserito in una fascia di punta e quello successivo transitava un’ora dopo. Anche in questo caso, gli utenti hanno iniziato a chiedere informazioni al bar della stazione di Noale, più che altro per capire cosa avrebbero dovuto fare. L’autobus sostitutivo ha fatto salire i passeggeri, che lamentano non sia arrivato dappertutto, e sono arrivati in terraferma o in Laguna con molto ritardo rispetto al previsto. Altri hanno preferito affidarsi alle corse di linee, i più fortunati, si sono fatti accompagnare da un amico o un familiare. Per tutti, l’arrivo a destinazione è arrivato con diversi minuti di ritardo.

    Alessandro Ragazzo

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    03 luglio 2012
    Casa di Vita

    Bliss point: perché ci piace mangiare il cibo spazzatura

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ